Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Discovery

Casa Moderna

Abitare con passione
36239
Martignacco
via della Vecchia Filatura
Udine Fiere
03/10 e fino al 11/10
sabato e domenica 10-20, da lunedì a venerdì 14.30-20
7 (da lunedì a giovedì ingresso gratuito)

Nei padiglioni di CASA MODERNA ci sono aree espositive tematiche create nelle precedenti edizioni come Casa Biologica e Casa Sicura e ai quali si è recentemente aggiunta Casa Verde: risposte che hanno assecondato e preceduto esigenze sempre più attuali. Il percorso di CASA MODERNA prosegue sondando e approfondendo tematiche che diventano centrali in questa edizione. Vediamo quali....

→ Digital Virtual Area: Casa Moderna moves into the Future. La ripresa post Covid-19 cambia scenari e prospettive su tutti i fronti e in tutti i settori. Compreso quello fieristico, che se da sempre è stato lo specchio dell’andamento dell’economia, dei consumi e delle tendenze, oggi lo è ancora di più. Oltre a fotografare la stato di fatto, l’evento fieristico deve, per sua natura e missione, spingersi oltre, tracciare prospettive, proporre opportunità per il futuro, creare connessione e scambio tra le due componenti che creano e influenzano il mercato: domanda e offerta. Promossa dalla Camera di Commercio di Pordenone ed Udine e da Udine e Gorizia Fiere, nel padiglione 6, ci sarà la DIGITAL VIRTUAL AREA /CASA MODERNA MOVES INTO THE FUTURE. Un’ anteprima di quella che sarà un’evoluzione del processo in atto in molte fiere, già prima della pandemia e che è stato accelerato dalla nuova situazione: lo sviluppo di piattaforme fieristiche digitali che si affiancano alle fiere fisiche. Nella digital vitual area, il pubblico potrà fare un assaggio di una Casa Moderna che muove verso il futuro con 5 stand online visitabili dalle postazioni appositamente realizzate con l’ausilio di mega monitor. A far sperimentare ai visitatori questo nuovo modo di fare fiera ci saranno alcuni nomi d’eccellenza della produzione di cucine, quali Snaidero e Veneta Cucine, tre importanti retailer di mobili Bertolutti, Bergamin e Cumini e, sotto l’egida del Cluster Legno Arredo Casa, un’azienda leader dei mobili per la casa Calligaris, una delle più importanti ditte di produzione di sedute del distretto manzanese la Blifase e la DVO, dinamica azienda friulana di mobili per ufficio.

→ Le nuove dimensioni del vivere e dell’abitare. Tre Focus/Incontri su: Home Office & Space School, Wellness Indoor e Outdoor, Cooking. La quarantena obbligatoria legata all’emergenza coronavirus ci ha fatto capire come per resistere all’isolamento serva una sfida globale, che abbracci sostenibilità, sicurezza, stili di vita, abitudini e spazi. In questi mesi ci siamo accorti dell’importanza dell’ambiente domestico, dopo averlo vissuto per anni quasi come un albergo, riducendolo all’essenziale, perché la vita era fuori, per strade e piazze, e svuotandolo di servizi. L’effetto movida ha condizionato il rapporto con l’abitazione, salvo poi riscoprire le scale, utili anche per l’esercizio fisico, il giardino, il balcone terrazzato, le stanze ben delimitate per poter applicare la didattica online e lo smart working, elementi - questi ultimi – che rivedono le moderne zone living tipo open space. Il forno e la cucina, la scuola, l’ufficio, la palestra rientrano nelle nostre case rivisitandole e mutando il nostro modo di viverle. Cluster Arredo FVG (1082 localizzazioni attive e un fatturato annuo di 3,4 mld di euro) porta in fiera un contributo di conoscenza ed esperienza nel settore legno – casa – arredo con un’area espositiva che mette in risalto la qualità, le nuove frontiere e la dinamicità della manifattura arredo regionale. Udine e Gorizia Fiere, per raccontare come viene ridisegnato lo spazio vitale nella casa, organizza tre Focus in collaborazione con Cluster Arredo. I tre Focus si svolgono nell’area eventi del padiglione 6 e sono rivolti sia ai professionsiti del settore che al pubblico della manifestazione: “Home office e sistema casa: un ambiente che si trasforma” Mercoledì 7 ottobre – ore 17.00 Intervengono: Filippo Saponaro, architetto Cristian Malisan, designer Studio Malisan Marco Tenani, export executive DVO All’apertura del worshop parteciperà anche, in collegamento con Milano, il nuovo Presidente della Fondazione ADI Collezione Compasso d’Oro, UMBERTO CABINI. Cabini, imprenditore, conduce dal 1974 l’azienda di famiglia, la Cabini & Co. fondata nel 1961. Nel 1980 ha fondato la ICAS, “Industria Cassetti”, leader mondiale nella produzione sistemi di cassettiere per farmacia, ottica e attrezzature per negozi. Nel 2000 ha fondato la Flyplast, attiva nel settore dello stampaggio di materiali plastici e dal 2004 è socio della Contract Srl. È stato Presidente per quattro anni delle Piccole Medie Imprese della provincia di Cremona ed è attualmente presidente dell’Associazione Industriali della provincia di Cremona. Dal 2014 è Presidente del comitato esecutivo della Banca Cremasca Credito Cooperativo e dal 2015 è nel CdA di Cremona Fiere. Ha inoltre ricoperto per sei anni il ruolo di Presidente del Teatro San Domenico di Crema.

“Indoor & Outdoor Welness: nuove frontiere del benessere” Venerdì 9 ottobre – ore 17.00 Intervengono: Fabio Passon, architetto, Dair Architetti Associati Gabriele Venier, Fri.land Alessandro Englaro, Akuis “Ricette e tecnolgie in cucina” in collaborazione con Strada del Vino e dei Sapori del Fiuli Venezia Giulia Sabato 10 ottobre – ore 17.00 Intervengono: Maurizio Pighin, esperto e consulente alla vendita di elettrodomestici Stefano Basello, chef, vincitore del premio nazionale “storie di territorio e sostenibilità” ai “Food&Wine Italia Awards” 2020.

 

→ Eventi e incontri dedicati all’enogastronomia nell’area eventi del padiglione 6. CASA MODERNA quindi come piattaforma che unisce fiera, aziende e prodotti eccellenza includendo territorio e risorse turistiche e presentando in anteprima i grandi eventi del territorio dedicati al cibo e al vino. Questo il programma, aperto a tutti:

Presentazione de “La Nuova Cucina” con Walter Filiputti Martedì 6 ottobre - ore 18.30 Per sentire che sapore ha il futuro. Un assaggio delle cene-laboratorio firmate dagli chef del Consorzio e da uno dei 20 givani chef organizzate nei 20 ristoranti del Consorzio Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori dal 3 settembre al 29 ottobre.

Anteprima 22^ edizione Ein Prosit Giovedì 8 ottobre - ore 18.30 Nel corso degli anni Ein Prosit ha avuto il privilegio di ospitare alcuni dei più grandi cuochi italiani, che hanno proposto all’interno degli “Itinerari del Gusto” i piatti della loro cucina abbinati ai vini del Friuli Venezia Giulia. Una piccola anteprima in attesa dell’evento.

“Spezzare il pane e sentire il profumo del bosco”. Sabato 10 ottobre - ore 17.00 in collaborazione con Cluster Arredo La Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia presenta lo chef Stefano Basello, vincitore del premio nazionale “storie di territorio | sostenibilità” ai “Food&Wine Italia Awards 2020”. Basello propone il suo pane realizzato con la farina ottenuta dalla corteccia degli alberi abbattuti dalla tempesta Vaia.

Presentazione de “Il Filo dei Sapori” Sabato 10 ottobre - ore 18.30 A cura della Uti della Carnia la kermesse dedicata alle tipicità agroalimentari e le specialità culinarie "Made in Carnia”. Un modo gustoso per scoprire il ricco ventaglio di prodotti della terra e dei derivati attraverso esposizioni, dimostrazioni e degustazioni.

 

→ Future Forum 2020 “Il domani inizia oggi”. Dalle trasformazioni geopolitiche alle nuove rotte commerciali, dai cambiamenti nel mondo del lavoro e della scuola alla socialità. Da CASA MODERNA è possibile seguire alcune puntate del nuovo format televisivo di Future Forum con cui la Camera di Commercio di Udine e Pordenone traccia gli scenari futuri dell’economia e della società regionale. In onda su Telefriuli, con la collaborazione del Messaggero Veneto, FF 2020 è curato da Impactscool, prima impresa italiana che si occupa di ricerca, consulenza e formazione dedicata al Futures Critical Thinking, e vedrà la partecipazione della ceo e cofondatrice Cristina Pozzi, imprenditrice sociale, divulgatrice e attivista con l’obiettivo di influenzare positivamente la società, unica italiana scelta dal World Economic Forum come Young Global Leader 2019-2024. Le puntate visibili in Fiera, dall’area eventi del padigione 6, sono in programma alle ore 15.00 nelle giornate di martedì 6, mercoledì 7, giovedì 8, venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 ottobre.

→ Tra le novità e anteprime dell’arredo – design proposte negli stand Innanzitutto una forte “contaminazione” di colori e materiali. Le finiture cromatiche seguono un percorso emozionale dove le serigrafie estetiche vengono riportate su carte da parati, muri, pareti, tappeti fino ad arrivare ai tessuti. Serigrafie di toni morbidi e accesi vengono riportate anche sul tessile di alta moda. Le serigrafie vengono proposte in fiera su salotti, pareti, tappeti e complementi. Forte ritorno dei materiali naturali come il legno, il ferro e la pietra miscelati insieme col cemento. Come spiega Claudio Bertolutti, imprenditore ed espositore, verranno proposti prodotti della zona living e della zona notte con frontali ante e cassetti in vero cemento steso a mano. Grande ritorno alle lavorazioni artigianali (come ad esempio tagli ed innesti a 45°) e una grande cura del particolare in senso estetico, ma anche e soprattutto qualitativo. I volumi degli elementi componibili vengono rivisitati per ottimizzare gli spazi. La cura e l’attenzione a tutti i dettagli, dalla progettazione allo sviluppo del progetto, trovano un solido alleato nella tecnologia applicata a particolari render di alta definizione utilizzati da Casa Evolution, azienda molto concentrata sui colori e finiture di nuovi prodotti esposti in fiera e non ancora presenti sul mercato.

→ Nei Convegni di Casa Moderna si parla di: Ecobonus 110%, Sistemi costruttivi antisismici, Efficienza energetica, Riduzione dei rischi naturali-riuso e rigenerazione del territorio e del patrimonio edilizio... In agenda anche la presentazione del Progetto del nuovo Polo Termale di Grado. “Super Bonus e detrazione 110%: un’opportunità per riqualificare il patrimonio edilizio” Promosso da Udine e Gorizia Fiere con la collaborazione dell’Ordine dei Commercialisti e Ordine degli Ingegneri di Udine.

Domenica 4 ottobre e Giovedì 8 ottobre – ore 17.00 – area eventi padiglione 6 7 Intervengono: Alberto Camillotti, Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Udine Marco Bottega, consigliere dell’Ordine degli Ingegneri di Udine L’intervento di Camillotti verterà ad analizzare le tematiche fiscali legate al Superbonus 110%. La nuova normativa permette infatti di massimizzare l’impatto fiscale delle ristrutturazioni: attraverso un consistente risparmio fiscale con il meccanismo delle detrazioni sarà infatti possibile procedere a riqualificare il patrimonio edilizio di privati e condomini. Oltre ad analizzare i requisiti squisitamente tributari per l’accesso al beneficio, l’intervento riguarderà anche il meccanismo dello sconto sul corrispettivo e la cessione del credito: queste opzioni consentono infatti, anche ai soggetti con capienza Irpef limitata, di beneficiare dell’agevolazione. Il meccanismo della cessione del credito e dello sconto in fattura rappresenta il vero appeal della norma e sarà scelto dalla maggioranza dei contribuenti, ciò grazie anche al coinvolgimento del sistema bancario e creditizio.

Il Superbonus 110%, che si applica per opere di riqualificazione edilizia effettuate tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021, «è certamente la migliore opportunità degli ultimi anni per ammodernare, rendere efficienti e mettere in sicurezza le nostre abitazioni e le nostre città, massimizzando al contempo il valore degli immobili – afferma Bottega sulle pagine di Corriere Imprese -. Questa misura consentirà inoltre, dopo anni di paralisi, un’importante ripresa in tutto il Paese dell’attività edilizia, da sempre considerata il settore trainante e volano per eccellenza dell’economia». E’ importante evitare improvvisazioni e scegliere tecnici e professionisti di fiducia per un’analisi accurata dell’immobile e per seguire in modo corretto tutte le procedure per accedere alle detrazioni fiscali.

 

“Sistema costruttivo per strutture antisismiche in acciaio” Martedì 6 ottobre – dalle ore 17.30 alle 18.30 – sala Bianca (1° piano ingresso ovest) A cura di SB Bio Building. Argomenti:

· Aspetti generali di distinzione tra metodologie costruttive · Perché le strutture in acciaio hanno una buona resistenza antisismica · Tempi e metodi costruttivi · Efficienza energetica del pacchetto. Intervengono: Marco Gamba, sistemi costruttivi in acciaio Diego Chinellato, Studio ingegneria VKA.

Presentazione del Progetto del nuovo Polo Termale di Grado Mercoledì 7 ottobre – ore 15.30 – sala Bianca (1° piano ingresso ovest) A cura di Arkes e PromoturismoFVG.

“Miglioramento dell’efficienza energetica per il patrimonio storico monumentale” Giovedì 8 ottobre – dalle ore 17.00 alle 19.00 – sala Bianca (1° piano ingresso ovest) A cura di SB Bio Building. Argomenti:

· Isolamento termico dell’involucro edilizio nel patrimonio storico · Invasività dei sistemi isolanti · Certificazione CE, normative ·

Casi studio Venezia isola. Intervengono: Fabrizio Agosti, esperto progettista Casa Clima Francesco Mazzola, Ing. consulente della banca mondiale per la salvaguardia dei beni storici “Riduzione – Riuso – Rigenerazione” Venerdì 9 ottobre – dalle ore 14.30 alle 19.00 – sala Bianca (1° piano ingresso ovest). A cura di &Co Enenrgie Condivise e Federazione regionale degli Architetti del F.V.G.

Gli straordinari cambiamenti che abbiamo vissuto negli ultimi mesi necessitano di una reinvenzione dei luoghi in cui viviamo. Abbiamo bisogno di esplorare modi per massimizzare l’uso degli spazi, generare un senso di sicurezza e creare ambienti adatti alle mutate esigenze. Questo può essere ottenuto rendendo i territori, le città, gli edifici più resilienti ai cambiamenti di qualsiasi natura (sociale, economica, sanitaria, climatica, ecc.) tramite: la riduzione dei rischi e dei danni connessi a eventi calamitosi in termini di popolazione esposta, vittime, perdite economiche, ecc., con interventi sul territorio e sul costruito che aumentino la sicurezza, la salubrità e la flessibilità funzionale minimizzando lo spreco di risorse e le perdite economiche; il riuso di luoghi, edifici e spazi inutilizzati o sottoutilizzati per far fronte a nuove e mutate esigenze, anche temporanee, al fine di garantire il recupero di ambiti degradati o obsoleti; il riciclo di porzioni di territorio attraverso la loro rigenerazione intesa come ristrutturazione e ammodernamento del patrimonio edilizio esistente per mezzo di un progetto unitario basato sulle peculiarità del contesto sociale, economico, culturale e ambientale dell’area o quartiere in cui si attua, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei residenti nel rispetto dei principi di sostenibilità.

Programma: 14.30 Saluti delle autorità 14.45 Introduzione ai lavori Giuseppe Liotta, Presidente &Co e moderatore dei lavori 15.15 La Natura insegna ... anche a vivere Siegfied Camana, Presidente Onorario ANAB 15.45 Recupero, riuso e sostenibilità nei beni del FAI Chiara Bettuzzi, Capo delegazione FAI Udine 16:30 Materiali naturali e riciclo Enrico Micelli, &Co 17.15 Pausa caffè 17.30 Riciclo, riuso e riqualificazione Alessia Mora 18.15 Rigenerazione delle periferie: Experimental city Bruno Grizzaffi, Comune di Udine 19.00 Conclusione lavori – dibattito.