Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Discovery

Natale in città

BigBand.JPG
Pordenone

13/12/14

Sabato 13 dicembre 2014

ore 10.30/ 12 – 15/19.30 Vicolo Chiuso: la tana delle note, baby care musicale

ore 15, Pediatria Ospedale Civile: auguri in pediatria con cantastorie

ore 15.30, piazza XX Settembre: animazione con Babbo Natale

ore 16, Caffè Nuovo: concerto dell'Accademia Pianistica Chopin della Scuola di Musica Città di Pordenone

ore 17, biblioteca, sala Degan: Le altre storie di Cappuccetto Rosso

ore 17, Galleria Armando Pizzinato: percorso assistito alle mostre Virgilio Guidi/Luigi Vettori

ore 17.30 piazza XX Settembre, Orchestre d’accordo – Filarmonica Città di Pordenone e Big Band in concerto

ore 18 Galleria Armando Pizzinato: Maria Pina la Marca presenta il libro di poesie “Per piano solo”, accompagnamento musicale di Maurizio Baldin

 

Mostre:

Galleria d’arte moderna e contemporanea Pizzinato: Virgilio Guidi/Luigi Vettori

Galleria Bertoia: Ashes/Ceneri di Pierpaolo Mittica

spazi espositivi della Biblioteca: Mario Micossi per The New Yorker

Spazi espositivi di via Bertossi: Le macchine di Leonardo Da Vinci

Museo civico d’arte: Intento in cose de prospectiva, disegni e parole su alcuni aspetti di Antonio de’ Sacchis detto Il Pordenone, di Stefano Ius

Convento di San Francesco: Guardatemi in faccia, ritratti nella mente di Giordano Floreancig

Museo Civico di Storia Naturale: la casa in riva al mare

 

Prosegue anche sabato 13 dicembre il baby care musicale a cura di Sviluppo e Territorio  e Associazione Cem: La tana delle note, nei nuovi spazi del Cem in Vicolo Chiuso (laterale di Corso Vittorio Emanuele II). Il servizio, completamente gratuito, è pensato per favorire le famiglie che scelgono il centro per acquistare i regali natalizi. I bambini (dai 3 agli 11 anni) potranno giocare con la musica in questo nuovissimo spazio, sorvegliati da animatrici professioniste affiancate da maestri di musica. In particolare la mattina del 13 dicembre  dalle 10.30 alle 12, chi non ha mai provato la chitarra potrà farlo, toccando le corde, conoscendo lo strumento, e suonando qualche nota (adatto a bambini dai 6 ai 11 anni). Il pomeriggio (15-19) sarà invece dedicato ai più piccoli (3 - 6 anni) con giochi, musica e laboratori.

Come è tradizione, il giorno di Santa Lucia il Natale in Città pensa anche ai bambini meno fortunati, che per motivi di salute si trovato ricoverati nel reparto di pediatria dell’ospedale civile. A rallegrare il loro pomeriggio, dalle 15 ci penserà un abile cantastorie, capace di evocare mondi fantastici e incredibili avventure.

Sempre per i bambini e le famiglie in biblioteca, saletta Degan, alle 17 andrà in scena Le altre storie di Cappuccetto Rosso, di e con Federica Guerra (Ortoteatro). Lo spettacolo è composto da 3 divertenti e scanzonati racconti che reinventano e scompaginano le vicende della bambina più famosa al mondo, anche per la gustosa realizzazione che utilizza oggetti (seghe, cestini, scopette, boule dell'acqua, etc.) e pupazzi da tavolo. Essi costituiscono anche un omaggio a due grandi artisti che si sono dedicati all'infanzia: Roald Dahl, con la riscrittura teatrale di due sue geniali storie e  Bruno Munari, a cui Federica Guerra si è ispirata nell'invenzione di Rossino nel bosco e Cappuccetto Viola. Indubbiamente Cappuccetto Rosso è uno dei personaggi più longevi e vitali della letteratura per l'infanzia. Perrault prima e i Grimm poi hanno raccolto dalla tradizione orale il personaggio per farlo entrare nella letteratura scritta e ufficiale. Cappuccetto Rosso continua ad ispirare autori ed artisti contemporanei e innumerevoli sono le riscritture e le rielaborazioni della celebre favola alcune realizzate anche per il cinema. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

In piazza XX Settembre il mercatino sarà aperto dalle 10.30 con chiusura alle 20 per le casette di oggettistica, alle 24 per le casette enogastronomiche. L’animazione comincerà alle 15.30, presente Babbo Natale in persona (che raccoglierà le letterine) accompagnato da un curioso folletto. Alle 16 nel vicino Caffè Nuovo si esibirà l’accademia pianistica Chopin della Scuola di Musica Città di Pordenone.

Piazza XX Settembre alle 17.30 accoglierà alle 17.30 le Orchestre d’accordo, ovvero Filarmonica Città di Pordenone e Big Band in concerto, per la prima volta assieme (entrambe fanno parte dell’Associazione Filarmonica). La Big Band, diretta da Juri Dal Dan, eseguirà brani tratti dal suo repertorio classico e originale (Juri Dal Dan, Federico Missio) presentato recentemente al concerto del decennale con l'aggiunta di brani di carattere natalizio come White Xmas, Amazing Grace e A Child is Born. La Filarmonica, diretta da Didier Ortolan  presenterà dei brani accattivanti e musiche che ricordano le feste natalizie, che non possono mancare per l'occasione.

Anteprima letteraria tra poesia e musica nel Natale in Città alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Armando Pizzinato (dove alle 17 avrà luogo il precorso assistito alle due mostre dedicate a Luigi Vettori e Virgilio Guidi): alle 18 verrà presentato per la prima volta il libro della poetessa e insegnante Maria Pina la Marca “Per piano solo” (Safarà Editore), una raccolta di trenta poesie dedicate al padre e alla madre, con prefazione del critico letterario e poeta Giorgio Bàrberi Squarotti. Durante la serata l'autrice leggerà una selezione di poesie insieme a Viviana Mattiussi, che leggerà le strofe in friulano. Infatti una delle poesie è in lingua friulana e una è in dialetto sanseverese (entrambe con traduzione italiana), a indicare i luoghi ai quali l'autrice è maggiormente legata, Pordenone e San Severo. Al pianoforte il Maestro Maurizio Baldin eseguirà dal vivo i brani classici di Debussy, Bach, Chopin, Grieg, Schumann, abbinati alle poesie, che sono stati raccolti nel cd omaggio allegato al libro, registrato presso Villa Cattaneo. Modera la docente Carla Paoloni. “Per piano solo” offre un viaggio in trenta poesie, intensamente evocative, dedicate al padre e alla madre da una voce della poesia contemporanea che si pone come testimonianza vera e sicura di un continuum affettivo mai interrotto. Un viaggio fisico e viscerale dentro la propria genesi, il proprio inizio. Poesie che accarezzano i loro soggetti con una delicatezza rara e commossa e che segnano, col passo della lettura, la misura di una distanza a volte incolmabile, a volte annullata nell’intima consapevolezza della possibilità di un dialogo che lo scorrere di nessun tempo lineare avrà mai la forza di interrompere. Maria Pina la Marca è nata in Puglia ma vive e insegna in una scuola primaria di Pordenone dal 1977. Nel 1987 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie; è anche fra gli autori delle “100 poesie d’amore” (Oscar Mondadori, Milano, 1996). Si dedica anche alla narrativa, pubblicando racconti e romanzi, alla scrittura di testi teatrali e al giornalismo. Ingresso libero.