Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Luce 2015

Personale di pittura ad acquerelli.
Bludelleregine2014-acquarellosucarta-cm50x35.jpg
Trieste
Sala Comunale d’Arte, Piazza dell’Unità d’Italia 4
27/02 e fino al 18/03
10-13/17-20

In esposizione una serie di raffinati ed essenziali acquerelli realizzati di recente dall’artista prevalentemente sul tema del paesaggio e della natura morta.

Ritorna con questa mostra - scrive Accerboni - la magia del silenzio e del colore, che l’artista carnica Alpina Della Martina persegue da sempre attraverso la difficile arte dell’acquarello, la tecnica pittorica che, nella sua apparente semplicità, è in realtà la più complessa perché non ammette ritocchi o ripensamenti.

Sempre vicina alla natura, vegetale o animale che essa sia, e attraverso questa al principio creatore, l’artista ci offre del soggetto, un’interpretazione lieve e impalpabile ancorchè sottolineata da interventi cromatici intensi e molto convincenti: una pittura che si potrebbe definire di tocco, che promana direttamente dal suo animo di artista sensibilissima e in linea con la ricerca contemporanea, che dal figurativo è riuscita, per gradi, a raggiungere con eleganza, attraverso l’essenzialità, la soglia dell’informale, su cui sembra attestarsi ora il suo linguaggio.

In questa raffinata rassegna, che propone un nuovo modo non accademico di fare acquerello - conclude il critico - Della Martina conduce il fruitore lungo un percorso fatto di emozioni e sensazioni allo stato puro, in cui una sorta di virtuosismo istintivo le consente di esprimere attraverso una parte (il colore declinato con un gesto immediato) il tutto, impreziosito da interventi magistrali realizzati per sottrazione, come per esempio accade nell’abile declinazione dei bianchi.

Nata a Codroipo,  Alpina Della Martina vive e opera ad Ovaro. Ha preso parte a numerose e significative mostre collettive personali. Tra quest’ultime ricordiamo quella al Gadarte di Firenze (1993), a La Loggia di Udine (1994), al Centro Friulano di Arti Plastiche di Udine (1999), al Centro Civico di Cividale del Friuli (2001), all’A.I.A.T. di Sistiana (Trieste, 2002), alla Galleria Art Time di Udine (2004), alla Galleria Sekanina di Ferrara (2004), a Palazzo Frisacco a Tolmezzo (2004 e 2012), a Villa de Brandis di S. Giovanni al Natisone (2006), a Palazzo Frangipane di Tarcento (2006) e alla Galerie Cristine Colas di Parigi (2007), alla Chiesa di S. Maria dei Battuti di Cividale (2011), a Palazzo Orgnani Martina a Venzone (2011), Chiesa di S. Antonio Abate a Udine (2011), alla Galleria Ellisse di Venezia (2013).