Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Musica e Demoni

Concerto d'esordio di "Musica Cortese 2015".
(ph. M. Reguitti)
Udine
Salone del Parlamento
31/03/15
21
10

Esordio d’eccezione a Udine martedì 31 marzo alle 21 nel Salone del Parlamento di “Musica Cortese Primavera”, festival internazionale di musica antica nei centri del Friuli Venezia Giulia. In scena lo spettacolo della Cappella Artemisia dal titolo “Musica e Demoni in un convento di Carpi del Seicento”, realizzato in collaborazione con ERT per la regia di Eugenio Allegri.

Sarà uno spettacolo di grande impatto emotivo sul pubblico questo proposto dal Dramsam – Centro giuliano di Musica antica che realizza il festival in collaborazione con la Regione e il sostegno di enti pubblici e privati. Sul palco assieme a Eugenio Allegri, gli attori Francesca Ballico, Veronica Appeddu, Sara D'Angelo, Rosalba Iacoviello, Martina Pezzoli, Irene Romano per la direzione di Candace Smith.

I testi saranno accompagnati da musiche antiche e elettroniche eseguite dal vivo da Angela Albanese, viola da gamba, Chiara Cattani, clavicembalo e organo, Silvia Moroni,  flauto traversiere, Monica Paolini, tiorba, chitarra barocca e Eleonora Beddini, musiche elettroniche

Questo progetto nasce da un'idea di Candace Smith, studiosa e interprete di musica antica femminile, e racconta la storia di Eleonora d'Este, giovane badessa che dette al convento di Santa Chiara a Carpi lo sfarzo di una corte rinascimentale, facendone un centro di influenze politiche e culturali. Lo scoppio di un presunto caso di possessione demoniaca, negata peraltro dalla Chiesa dopo un lungo processo dell'Inquisizione, precipitò il convento nello scandalo e la vicenda si concluse con l'arresto di un intrigante confessore e l'esilio di Eleonora a San Geminiano. L'idea iniziale ha visto la stesura drammaturgica grazie ad un prezioso lavoro di ricerca storica e artistica condotto da Alessandra Teatini, che ha creato il copione finale dello spettacolo. Il progetto ha avuto un'anticipazione in forma di lettura scenica a Carpi, al Festival “Grandezze e Meraviglie 2013”. Di indubbia forza teatrale è risultato il rapporto tra musica e parola laddove la narrazione, descrizione di sentimenti ed evocazione artistica e spirituale di ambienti e luoghi, trova il suo contrappunto intellettuale nel canto e nella musica. L'insieme delinea l'immagine dell'arte declinata al femminile con  temi della contemporaneità sorprendente.

 

Margherita Reguitti