Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Rocco Barbaro

Spettacolo di cabaret.
(ph. Comune di Pordenone)
Pordenone
Chiostro Biblioteca civica
08/07/15
21

L’attore comico Rocco Barbaro, che in “Eccoci qui” si presenta alla città che lo ha adottato. Di origine calabrese, dopo tanti anni passati a Milano, dal 2013 vive a Pordenone. Autore e interprete brillante Rocco Barbaro, raggiunto il successo a Zelig, ha lavorato per Rai, Mediaset, LA7, Telemontecarloe Radio 105 e ha debuttato nei più prestigiosi teatri italiani come il Parioli di Roma e il Ciak di Milano. Con questo nuovo lavoro, anteprima della tournee invernale, vuole omaggiare Pordenone, dove, dopo tanti traslochi, sembra aver trovato la tranquillità. “Della città – dice – apprezzo il verde, le aiuole fiorite, l’ordine, la pulizia, il garbo dei vigili urbani. E nei dintorni ci sono sempre angoli da scoprire come la val Tramontina, che è incantevole, o le grave. Il mio vicino, storico meccanico di Pordenone è gentilissimo e discreto, spesso mi lascia davanti alla porta verdure e vino presi nei suoi giri in campagna”. “Qualche mese prima di decidere di venire a vivere a Pordenone – racconta – arrivai in stazione per un appuntamento di lavoro e mi guardai intorno. Vidi le biciclette di gente operosa per studio o lavoro, il fluire dei ruscelli dentro i parchi. Ne ebbi una bellissima impressione e me ne ricordai quando fu tempo di cambiare casa”. Lo spettacolo attinge al suo repertorio e principalmente alla sua biografia di emigrante calabrese alle prese con la stressante realtà milanese, con uno stile cabarettistico acuto con risvolti satirici, inserendo naturalmente diverse digressioni su Pordenone e sul suo percorso personale, tra cui le storie d’amore naufragate. L’umorismo di Barbaro ricorda quello di attori dell'area milanese che hanno fatto scuola come Dario Fo, Giorgio Gaber o Paolo Rossi, comici della parola più che del gesto o della mimica, che hanno fatto leva sull'interpretazione, in diversi stili, di ciò che avviene nella società. Rocco Barbaro in chiave ironica e con un retrogusto amaro rappresenta il fenomeno dell’emigrazione dei meridionali verso il nord Italia, sbeffeggiando stereotipi e luoghi comuni. Dopo Milano ad ispirarlo è dunque Pordenone, sulla quale innesta le sue riflessioni dalla comicità fulminante, capace di spiazzare il pubblico senza toni urlati, sfruttando solo la sua genialità spontanea. La serata è gratuita. Le offerte raccolte verranno devolute all’Assistenza Domiciliare Pediatrica.