Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Dono Paoletti

Foto d'epoca di Dono Paoletti
Cervignano del Friuli
Casa della Musica, largo Bradaschia
09/10/15
17.45

Dono Paoletti, nato a Scodovacca nel 1919 e morto tragicamente in Istria a soli ventiquattro anni, vestendo la divisa da tenente dei Carabinieri, fu poeta grande e coltissimo. Il convegno intende riscoprire e valorizzare la figura di questo illustre concittadino, che con i suoi delicati e commoventi versi seppe toccare le sensibilità più intime e autentiche dell’animo umano.

 

Programma

 

Scodovacca-cimitero, ore 16.30

Omaggio alla tomba di Dono Paoletti

 

Cervignano-Casa della Musica, ore 17.45, convegno

Saluti e presentazioni

Nicoletta Guidi: Dono Paoletti primo iscritto alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trieste

Antonella Gallarotti: Vita di Dono Paoletti

Elio Musian: Ricordi di famiglia

Gabriella Burba e Tullio Svettini: Analisi critica dell’opera poetica di Dono Paoletti

con lettura di poesie scelte

Roberto Di Gioia e Serena Pozzar: musica e canto su poesia di Dono Paoletti

 

Biografia:

Dono Aloisio Lino Paoletti nacque a Scodovacca, nella casa allora identificata con il numero 107, il 26 giugno 1919, da Donato Angelo, funzionario dello Stato, e da Maria Carmela Bandera, casalinga. Il cognome originale era Pauletich, trasformato in Paoletti con decreto del Prefetto di Udine del 18 febbraio 1928. La casa natale è nota con il nome di Trattoria Vittoria, dal nome della zia materna, titolare della storica e nota attività di ristorazione.

Dopo un’infanzia ed una giovinezza felici, trascorse prima nella bella campagna del paese natale e poi a Gorizia, dove il padre dovette trasferirsi per servizio, Dono conseguì la maturità classica il 19 luglio del 1938 presso il Regio Liceo Ginnasio “Vittorio Emanuele III” della città isontina. Subito dopo divenne il primo studente immatricolato alla neo costituita facoltà di Giurisprudenza di Trieste. Si laureò il 21 giugno 1942 proseguendo gli studi per l’ottenimento di una seconda laurea in Scienze Politiche. Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale fu chiamato ad operare sul fronte jugoslavo, con il grado di Sottotenente  nel 23° Reggimento di Fanteria. Finita la rapida campagna in quel settore, decise di frequentare il corso allievi ufficiali dei Carabinieri a Fiume, conseguendo il grado di Tenente.

Assegnato dapprima a varie sedi nel Friuli goriziano, venne poi trasferito a Pinguente, nella zona di operazioni istriana contro i ribelli. Il 20 gennaio 1944, alle ore 11.30, cadde in un’imboscata presso la frazione Castel San Quirico di Pinguente insieme al Brigadiere Giacomo Casari ed al Vice Brigadiere Sebastiano D’Agostini. I funerali si svolsero sette giorni dopo a Trieste, in forma solenne. La salma di Dono fu quindi trasferita a Scodovacca, dove riposa nel locale cimitero, presso le tombe della famiglia Chiozza.Nel 1953, l’ Università di Trieste gli conferì la laurea alla memoria in scienze politiche assieme ad altri studenti caduti nel conflitto.

Al di là degli studi universitari e della passione per gli ideali rappresentati dall’amata divisa, Dono fu soprattutto un poeta, precoce e grande. Già a quindici anni si dilettava nel comporre versi. Nella rivista “La Panarie” di gennaio-febbraio 1939 apparve la poesia Lazzaro, dedicata al pastore tedesco della sua infanzia. Nel 1943 pubblico il volume di poesie Qualcosa - liriche, Edizioni della Camerata Artistica Triestina, Tipografia Moderna, Trieste. Nel 1944, dopo la morte del poeta, uscì il volume La mia voce – liriche postume, per i tipi dell’editore triestino Mario Cozzi.

Presso la Biblioteca Statale Isontina di Gorizia è custodito un fondo denominato Archivio Dono Paoletti, consistente in 9 quaderni dattiloscritti dell'autore con correzioni autografe e alcuni fogli manoscritti; 2 quaderni dattiloscritti su Dono Paoletti; 15 spartiti autografi del maestro Mario Martinelli su versi di Dono Paoletti.

Associazione Cervignano Nostra 

Associazione Nazionale Carabinieri, sezione Cervignano del Friuli

Gruppo di lavoro: Antonio Rossetti, Antonella Gallarotti, Gabriella Burba, Michele Tomaselli, Luciana Degano, Orsola Venturini, Elio Musian, Franco Forlin, Roberto Fattor.