Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Orchestra Giovanile Italiana

In programma musiche di Schubert e Mozart.
Pordenone
Teatro Verdi, viale Martelli 2
03/02/13
0434 247624

Nel perseguire il progetto di valorizzazione delle giovani eccellenze, il Teatro Verdi invita per la prima volta l’orchestra italiana che di questo valore fa una bandiera con risultati artistici e sociali straordinari. Infatti l’Orchestra Giovanile Italiana, ideata da Piero Farulli all’interno della Scuola di Musica di Fiesole, in 30 anni di attività formativa ha contributo in maniera determinante alla vita musicale del Paese con oltre mille musicisti occupati stabilmente nelle orchestre sinfoniche italiane e straniere.

Tenuta a battesimo da Riccardo Muti l’Orchestra è stata invitata in alcuni fra i più prestigiosi luoghi della musica, da Montpellier, Edimburgo, Berlino, Lubiana, Madrid, Francoforte, Praga, Budapest, Turku, Teatro Colon di Buenos Aires, diretta da C. Abbado, R. Abbado, S. Accardo, Y. Ahronovitch, L. Berio, D. Gatti, C.M. Giulini, E. Inbal, Z. Mehta, R. Muti, G. Noseda, K. Penderecki, G. Sinopoli, J. Tate. È stata insignita del “Premio Abbiati”e il prestigioso Praemium Imperiale Grant for Young Artists dalla Japan Art Association.

La sostengono la Regione Toscana, la Provincia di Firenze e l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze oltre al Ministero per i Beni e le Attività Culturali; la Compagnia di San Paolo mette a disposizione le borse di studio a concorso per le prime parti.

Da molti anni collabora a questo progetto formativo il grande pianista tedesco Alexander Lonquich. Lonquich ritorna a Pordenone a due anni dal suo recital straordinario, in questo caso nella doppia veste di direttore e solista da lui prediletta. Dopo la vittoria al Concorso Casagrande dedicato a Schubert nel 1977, tiene concerti in Giappone, Stati Uniti e nei principali centri musicali europei, considerato unanimemente uno dei più grandi pianisti in attività.