Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Discovery

Antiche emozioni rivivono a Ronchi

Per un’archeologia del territorio: incontri e visite guidate
Ronchi dei Legionari

01/10 e fino al 03/10

Seppur con una settimana di ritardo rispetto alle Giornate europee del patrimonio organizzate dal Ministero della cultura, anche Ronchi dei Legionari organizza una tre giorni dedicata al patrimonio culturale romano.

Un’iniziativa denominata “Antiche emozioni. Per un’archeologia del territorio” che vuole valorizzare il sito archeologico della Villa romana di via Raparoni e della sezione dedicata nell’Antiquarium dietro la biblioteca comunale.

“Grazie alla collaborazione dell’associazione Lacus Timavi e della Soprintendenza Archeologica, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia - spiega l’assessore comunale alla cultura, Mauro Benvenuto - si è voluto incrementare le proposte culturali con questa importante apertura nella consapevolezza che la valorizzazione dei beni culturali, la promozione e l’organizzazione delle attività culturali costituisce un elemento primario nella crescita di ogni cittadino”.

Appuntamento quindi per venerdì 1 ottobre con la conferenza "Le Ville del Lacus Timavi occidentale" con l’archeologa Valentina Degrassi di Archeotest s.r.l. e Paola Ventura, funzionario archeologo SABAP FVG.

Infine un doppio appuntamento di questa tre giorni, con il supporto delle esperte archeologhe, Paola Maggi e Gabriella Petrucci: si potrà ammirare il complesso archeologico nelle giornate di sabato 2 ottobre e domenica 3 alle ore 10.

Individuato alla fine degli anni ottanta in seguito ad alcuni lavori riguardanti l’acquedotto, in quell’occasione fu messo in luce e restaurato, una struttura che appartiene ad una villa rustica di età romana edificata e ristrutturata in più fasi tra la metà del I secolo A.C. e il III secolo D.C.

Livio Nonis