Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Aria

Con Giulia Scudeletti e Simona Gallo (danza aerea), e con Ensamble Conducts
(ph. Giuseppina Musumeci)
Trieste
Politeama Rossetti, Largo Gaber
15/03/16
20.30

Tessuti aerei, corda liscia, cerchio, sono tutti attrezzi della tradizione circense volti all’evoluzione aerea, in cui il performer si muove in verticale in un gioco di equilibri, cadute, nodi, sfruttando la dinamica, la plasticità, la gravità, in una vera e propria danza sospesa. Ogni attrezzo può essere usato anche da due performer contemporaneamente, dando vita a numeri in cui gli acrobati si sostengono a vicenda, creano nell’aria figure combinate, si scambiano di posto, giocano su diversi livelli di altezza in evoluzioni vertiginose.

Nella chiave di lettura contemporanea di quello che si definisce nuovo circo, l’acrobatica aerea non ha più come unico scopo il numero virtuoso ma intraprende una ricerca sulla qualità del movimento, l’espressione corporea in aria, l’interpretazione personale, lo studio di modi diversi di abitare la verticalità. In questo modo si aprono nuove possibilità alla contaminazione con le più diverse forme d’arte, la danza, il teatro, la musica, il teatro fisico, si fondono al linguaggio del circo a creare spettacoli che raccontino storie.

Tutto questo è Aria, un lavoro di ricerca attraverso la storia della musica, i contesti in cui è nata, le immagini a cui negli anni è stata associata; uno studio del movimento del corpo in sospensione sui suoni degli strumenti che lo caratterizzano e rappresentano e infine l’unione della danza aerea con la musica dal vivo a creare un quadro vivente in continuo movimento sopra, intorno, accanto ai musicisti.