Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Ballo al Savoy

In scena anche I Papu
(ph. Polifonica Montereale)
Montereale Valcellina
Palazzo Toffoli
11/08/16
21.30

Nuova proposta culturale dell’Associazione Corale Polifonica Montereale Valcellina, che l’11 agosto alle 21.30, nella corte di Palazzo Toffoli a Montereale proporrà “Ballo al Savoy”, la celebre operetta su musica di Paul Abraham e libretto di Alfred Grünwald e Fritz Löhner-Beda. Sarà l’occasione per vedere due mattatori della comicità pordenonese, Andrea Appi e Ramiro Besa in arte I Papu, in una veste differente ma sempre da protagonisti sul palcoscenico. Prevendita dei biglietti alla Cartoleria Fignon Elisa in piazza Roma 5 a Montereale Valcellina.

“Con questo spettacolo - ha spiegato Gianni De Pol presidente della Corale - vogliamo promuovere attraverso il teatro e la musica il movimento turistico sul territorio unito alla scoperta delle specialità enogastronomiche. In tal senso aderiamo a un progetto della Regione Friuli Venezia Giulia che sostiene l'iniziativa insieme alla Provincia di Pordenone e ai Comuni di Montereale Valcellina e Porcia più altri partner. Sarà una serata speciale, nella quale si potrà rivivere l’epoca d’oro dell’operetta respirando l’aria culturale della Mitteleuropa grazie a interpreti straordinari, tra cui i due Papu che ringraziamo per la partecipazione”. Collabora alla produzione l’Associazione Internazionale dell’Operetta del Friuli Venezia Giulia. 

La trama (preludio più tre atti) si svolge all’Hotel Savoy di Nizza, dove i freschi sposi Aristide marchese di Faublas e Maddalena, tra mille tentazioni sottoposte loro da vecchi e nuovi amanti, vedono svanire il loro matrimonio fino al colpo di scena finale. Un classico della cultura mitteleuropea, presentato per la prima volta a Berlino nel 1932. 

Andrea Appi interpreta Archibald, il cameriere di Aristide (sul palco grazie all’interpretazione del tenore Mathia Neglia) mentre Ramiro Besa è Celestino Formand, giovane avvocato invaghitosi di Maddalena (la soprano Maria Giovanna Michelini). Completano il cast i personaggi di Mustapha Bei interpretato da Andrea Binetti, Daisy Parker, compositrice di jazz interpretata da Marzia Postogna e Tangolita, danzatrice argentina interpreta da Mojca Milic’. La Corale Polifonica Montereale dà voce agli ospiti di casa Faublas mentre le coreografie sono di Maria Bruna Raimondi. Questi i musicisti: violino Antonio Kozina; tromba Giovanni Vello; pianoforte Carlo Corazza; pianoforte e direzione musicale Maurizio Baldin; percussioni Lorenzo Fonda. Regia di Andrea Binetti. 

“Un’opera - ha concluso De Pol - moderna, quasi un musical: abbondano i fox-trot e le danze latino-americane anche se non manca comunque il valzer, sia nella forma classica che in quella definita "English Waltz”. Come lo stesso Abraham ebbe a dichiarare il suo scopo primario era la ricerca del successo, con un occhio a Broadway e l'altro al cinema”.