Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Blue Notte Gorizia Festival

A Šempeter pri Gorici e alla Transalpina di Gorizia le stelle Kaz Hawkins, Kyla Brox e i King King
King King (ph. Rob Blackham)
Gorizia

Šempeter pri Gorici e Transalpina
19/07 e fino al 22/07

Arriva al suo cuore pulsante, a partire da giovedì 19 luglio, il cartellone musicale del Blue Notte Festival. Quattro serate tra Šempeter pri Gorici e la Transalpina - piazza che si estende metà sul territorio italiano e metà su territorio sloveno - che portano a Gorizia alcune vere stelle della "musica dell'anima" - fra soul, blues e funky.

Tra le guest stars, l'emozionante icona mondiale del soul, Kaz Hawkins (il 19 luglio alle 21.30 a Šempeter pri Gorici), potente e pluripremiata cantautrice di Belfast che con la sua voce empatica e le sue incontenibili interpretazioni incanta le platee di tutto il mondo. Prima dell'inizio del concerto, alle 21.15, è attesa la cerimonia di inaugurazione ufficiale su territorio sloveno, alla quale prendono parte Milan Turk, sindaco di Šempeter pri Gorici e Fabrizio Oreti, assessore alla Cultura del Comune di Gorizia.

Per la serata di sabato 21 luglio, alla Transalpina, ancora un'inaugurazione istituzionale: a prendere parte alla cerimonia inaugurale, alle 21.15, saranno il sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna, l'assessore Oreti e un rappresentante del Comune di Nova Gorica.

A seguire le calde atmosfere del blues britannico di Kyla Brox: più volte in lizza per il British Blues Awards e per gli European Blues Awards, la Brox sfodera la propria doppia anima blues e soul, accogliendo in sé la grinta e la ribellione da un lato, la dolcezza e il calore avvolgente dall'altro. A introdurre la star inglese del blues, due artiste: la cantante slovena Tatjana Mihelj e la cantautrice goriziana Paola Rossato (oggi candidata al Tenco per la miglior opera prima) per una serata tutta al femminile.  Spazio anche a uno  spettacolo di video mapping: attraverso una particolare tecnica di proiezione e animazione verrà animata la vecchia stazione ferroviaria della Transalpina. Uno spettacolo suggestivo di luci, immagini e parole.

Domenica 22 luglio, sempre alla Transalpina, è la volta dei King King, definiti la miglior rock blues band del mondo dal Blues Rock Review. Quattro volte best band ai Blues British Awards e vincitori di numerosi riconoscimenti internazionali, nel 2017 sono in cima alle classifiche di iTunes e Amazon Blues con "Exile and Grace"; tra settembre e ottobre prossimi i King King saranno gli special guests del tour europeo degli Europe, suonando anche alla Royal Albert Hall di Londra. La serata vede anche la performance di lettura delle poesie vincitrici del Concorso internazionale di Poesia, quest'anno giunto alla sua terza edizione.

A intercalare le serate tutto blues e soul è il programma di venerdì 20 luglio, interamente dedicato ai giovani, ancora alla Transalpina, dove - a partire dalle 19  - troveranno espressione dei risultati dei workshop, contest e altri percorsi dedicati ai giovani tra musica rock ed elettronica, nati nell'ambito del festival UpGiovani, figlio del bando SIllumina - finanziato dalla Siae e dal MiBACT. I primi 4 classificati del contest rock U35 vinceranno un tour di 5 concerti in regione. Il primo classificato vincerà anche l’apertura del concerto dei King Kinge la registrazione in studio di un demo La giuria del contest vede, tra i commissari, anche Stefano Amerio, titolare dello studio di registrazione Artesuono di Cavalicco, uno dei migliori e più ambìti in Europa da musicisti di tutto il mondo (in particolare del repertorio jazz).