Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Dancing with the Swing

Monfalcone rivive la magica atmosfera degli anni ’30/50
31888
Shipyard Big Band
Monfalcone
piazza della Repubblica
30/12/19
18

Lunedì 30 dicembre alle 18 Piazza della Repubblica a Monfalcone si trasforma per riportare riporta tutti alla magia degli anni’30/50, con le voci narranti degli attori Gilda Aloisio e Andrea Pahror dell’Associazione Teatro2.

Un viaggio nel tempo dall’inizio della “Swing Era” all'atmosfera coinvolgente delle sale da ballo delle storiche e lussuose navi da crociera grazie alla Big Band “Shipyard Town Jazz” di Monfalcone, diretta dal Maestro Flavio Davanzo, con il crooner Sergio Iacobucci, con la partecipazione e il ritmo sfrenato della Lindy Hop dei ballerini della scuola ARTEFFETTO Danza di Monfalcone e TriesteSilvia Rovati, Renato Meneghinla partecipazione della cantante Alessia Trevisiol della World Music School di Monfalcone.

Lo spettacolo, con il supporto dell’Associazione Doremifarte di Monfalcone, viene ospitato nella rassegna degli eventi organizzati dal Comune di Monfalcone per animare le serate cittadine durante il periodo di Natale, a ingresso libero; proporrà l’esecuzione di alcuni brani originali, la musica e le danze frizzanti in voga dagli anni ’30 agli anni ’50, riportando in vita le sensazioni, le emozioni della Lindy Hop, del modo di essere Swing sino ad arrivare a una vera e propria riscoperta di questo genere brillante rinato ai giorni nostri.

Silvia Rovati e Renato Meneghin

SHIPYARD TOWN JAZZ, Big Band della città dei cantieri navali, ovvero Monfalcone, è stata fondata nel 1986 da un gruppo di appassionati di questo genere musicale.

Un'orchestra che da oramai trent'anni propone il jazz nei suoi aspetti più storici, ma anche godibili.

Una ventina di elementi con una grande esperienza musicale, diretti da un Maestro d'eccezione: Flavio Davanzo.

L’orchestra si esibisce in numerose manifestazioni culturali e jazz festival; il suo organico comprende musicisti esperti e nuovi giovani talenti, studenti ai Conservatori e Accademie di jazz.

Tra gli obiettivi della Shipyard c’è anche quello, seppure molto ambizioso, di reintrodurre il ballo swing.

Per questo motivo il gruppo lavora interrottamente alla realizzazione di un repertorio adeguato con arrangiamenti originali di Count Basie, Benny Goodman, Sammy Nestico, Duke Ellington e molti altri ancora, nell'intento di mantenere e conservare una musica che ha creato le fondamenta di tutto quello che oggi si può definire musica moderna.

Da alcuni anni il crooner triestino Sergio Iacobucci impreziosisce con le sue interpretazioni i brani cantati.

 

Flavio Davanzo

Nasce e vive a Trieste. Si diploma al Conservatorio di Trieste “G.Tartini”. Qualche anno dopo si dedica all'improvvisazione e dal 1995 allo studio del jazz seguendo i seminari di Siena, Urbino e Perugia e frequenta il corso triennale di jazz presso il Conservatorio di Trento “F.A. Bonporti” sotto la guida del grande M° Franco D’Andrea. Nel tempo avrà occasione di suonare con Tony Scott, Kenny Wheeler, John Taylor, Enrico Rava, Andrea Allione, Sergio Candotti, Giancarlo Schiaffini, Glauco Venier, Diana Torto, Enzo Favata e molti altri ancora. Parallelamente nei primi anni del 2000 continua a suonare la musica classica con diverse ensemble e dal 2004, per diversi anni, collabora con il Teatro G.Verdi , lavorando a varie produzioni lirico/sinfoniche. Partecipa a trasmissioni radiofoniche e televisive per la R.A.I in qualità di esecutore, arrangiatore, compositore nonché solista. Ha suonato a vari festival di jazz in Italia, Serbia, Svizzera, Slovenia, Croazia,Francia, Austria, Spagna, Germania e Cina.

Suona e compone musica da più di dieci per la compagnia Bonawentura, partecipando a produzioni di spettacoli presso il Teatro Miela e il Politeama Rossetti di Trieste.

Le ultime formazioni con le quali collabora ed ha inciso dei dischi sono il gruppo Susaphonix di Mauro Ottolini e il duo con la chitarrista Anna Garano. Ha al proprio attivo più di quaranta lavori discografici.

Si dedica inoltre all'insegnamento dello strumento, nel linguaggio classico e moderno del jazz, collaborando così a varie realtà locali, come docente, in scuole private, associazioni giovanili e

Istituzioni statali quali il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine, il Conservatorio “G.Tartini”di Trieste e il Liceo Musicale “Carducci” di Trieste. Dirige da diversi anni la “Shipyard Town Jazz Orchestra”, una nota jazz big band di Monfalcone.

 

Componenti della Shipyard Big Band

Sax Alto: Mauro Zanon, Stefano Salmeri

Sax Tenore e clarinetto: Franco Valussi

Sax Tenore: Massimo Rosar

Sax Baritono: Francesco De Grasso

Trombe: Flavio Davanzo, Corrado Pizzignach, Marta Benes, Michele Soranzio

Tromboni: Marco Kappel, Sergio Bernetti, Max Ravanello, Giulio Balbi

Chitarra: Andrea Turco

Contrabbasso: Denis Canciani

Batteria: Luca Carboni

Voce solista: Sergio Iacobucci