Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Giornata della Memoria

In ricordo delle vittime della Shoah
24/01 e fino al 27/01

In occasione della Giornata della Memoria del 27 gennaio, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti, il Comune di Sagrado, in collaborazione con l'Associazione I Ferai de la Rosta, l'Associazione Nazionale Ex Deportati nei Campi Nazisti – sezione di Ronchi dei Legionari, l'Associazione Pro Loco di Sagrado, il Centro Isontino di Ricerca e Documentazione Storica e Sociale "Leopoldo Gasparini" di Gradisca d'Isonzo, presenta una serie di interventi e letture on-line sulla pagina Facebook “Eventi Comune Sagrado” a partire da domenica 24 fino a mercoledì 27 gennaio. Questo è il programma delle iniziative

24 gennaio - ore 10 Proposte di Lettura a cura della Biblioteca Comunale di Sagrado: una scelta di libri e di film, per adulti e per ragazzi per ricordare la Shoah e una bibliografia per approfondire il tema.

25 gennaio - ore 10 "Con la Pelle Color del Fango: gli Zingari nella Shoah" Lettura scenica a cura di Fabio Miotti del Gruppo Teatro dell'Associazione "Pro Loco Sagrado", ispirata da: "Non chiamarmi Zingaro" di Pino Petruzzelli; "Porraymos: elogio agli zingari" di Pino Petruzzelli; "La Guerra Infinita" film documentario di Riccardo Iacona.

26 Gennaio - ore 10 "La deportazione nei KZ dalla sinistra Isonzo 1943/1945" Intervento a cura di Libero Tardivo dell'Associazione Nazionale Ex Deportati - sezione di Ronchi dei Legionari. 27.01 - ore 10:00 Liliana Segre "Scolpitelo nel vostro cuore" Letture scelte dal testo della Senatrice Liliana Segre, a cura di Isa Burba e Pierina Zulian dell'Associazione "I Ferai de la Rosta" di Sagrado.

27 gennaio - ore 14 "La memoria della Shoah nella nostra regione" Intervento della prof.ssa Silva Bon, Presidente del Centro di Ricerca e Documentazione Storica e Sociale "Leopoldo Gasparini" di Gradisca d'Isonzo.

Livio Nonis