Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

I Freevoices danno voce al Premio Regionale Solidarietà

A Gorizia il gruppo isontino farà da colonna sonora alla consegna dei riconoscimenti
I Freevoices
Gorizia
via Rismondo 2
Unione Ginnastica Goriziana
24/10/21
10

Sarà il gruppo giovanile Freevoices ad allietare questa domenica 24 settembre la cerimonia del Premio Regionale Solidarietà in programma presso l’Unione Ginnastica Goriziana di via Rismondo 2 a Gorizia. 

La manifestazione, promossa dalla Consulta Regionale delle Associazioni delle persone con disabilità e delle loro famiglie del Friuli Venezia Giulia ONLUS con il patrocinio del Consiglio Regionale e del Comune di Gorizia, si aprirà, alle ore 10, proprio con l’esibizione del gruppo isontino che proporrà alcuni brani del proprio repertorio.

Faranno seguito il saluto e la relazione del presidente della Consulta Mario Brancati e quindi la consegna del Premio Regionale Solidarietà che riconosce ogni anno il lavoro e l’impegno di Enti associazioni e persone che si adoperano nei confronti dei disabili e delle loro famiglie. 

Alla manifestazione – realizzata con il contributo di Fondazione Carigo e Cassa Rurale FVG – saranno presenti l’assessore regionale alla salute Riccardo Riccardi e altre autorità.

Sempre il gruppo Freevoices chiuderà la cerimonia che vuole essere non solo un momento di riconoscimento per quanti operano sul territorio per le politiche sociali, la cura e l’inclusione ma anche un’occasione d’incontro e di festa per le tante realtà associative, famiglie e volontari dedite al mondo della disabilità.

Non nuovo a iniziative di alto valore sociale (recente il suo concerto al carcere goriziano) il complesso vocale Freevoices diretto da Manuela Marussi, vanta numerosi premi e riconoscimenti in ambito internazionale. Al pianoforte il M.o Gianni Del Zotto arrangiatore delle musiche, alle percussioni Francesco Pandolfo, alle chitarre Alberto Corredig, al flauto Silvia De Savorgnani.

Ingresso con esibizione di Green Pass.