Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

Il pittore Renzo Tubaro a Caneva di Tolmezzo

In mostra una quarantina di opere fra disegni e studi realizzati dall'artista friulano
Renzo Tubaro, Studio per Angelo musicante
Tolmezzo

Museo Carnico delle Arti Popolari
oggi e fino al 16/10
da lunedì a venerdì 9-13/15-18; sabato, domenica e festivi 10-13/15-18

È un agosto “musicale” quello del Museo Carnico delle Arti Popolari "Michele Gortani" di Tolmezzo, luogo di grande fascino, che custodisce la storia e l’arte della Carnia e delle sue genti.
Martedì 16 agosto, alle ore 18, negli spazi del seicentesco Palazzo Campeis, si inaugura la mostra “Il pittore Renzo Tubaro a Caneva di Tolmezzo. La donazione dei disegni al Museo Gortani”.
Alla preziosa collezione del Museo, tra le più significative d’Europa (oltre 4.000 oggetti che raccontano la vita e le tradizioni del popolo carnico dal XIV al XX secolo), si affiancano circa quaranta opere fra disegni e studi realizzati nel 1960 da Renzo Tubaro (Codroipo, 1925 - Udine, 2002) per la decorazione ad affresco della Chiesa di San Nicolò di Caneva.
Schizzi a matita, bozzetti a tempera, studi a sanguigna e con pastelli colorati, selezionati fra le oltre cento opere che la Famiglia Tubaro ha donato al Museo: raccontano il percorso progettuale che ha portato alla decorazione dei pennacchi, dell’abside e della grande cupola della Chiesa, dove svetta una straordinaria girandola di Angeli musicanti.
Non a caso, nel suggestivo allestimento della mostra, ai disegni di Tubaro che raffigurano anche trombe, violini e cetre si affiancano alcuni dei tanti strumenti musicali appartenenti alla collezione del Museo.
Dedicatosi alla pittura ad affresco di spazi sacri dal 1949 al 1966, Tubaro riprende la tecnica rinascimentale (come testimoniano alcuni schizzi in cui compare la divisione in giornate del lavoro) e, soprattutto nei disegni preparatori, si ispira al Tiepolo, traducendo in forme attuali i temi del pittore veneziano.
L’orario di apertura della mostra (che rimane allestita fino al 16 ottobre) è quello del Museo: da lunedì a venerdì, ore 9.00 - 13.00 e 15.00 - 18.00; sabato, domenica e festivi, ore 10.00 - 13.00 e 15.00 - 18.00.