Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

La Maria Farrar

(ph. Teatro Miela)
Trieste
piazza Duca degli Abruzzi
Teatro Miela
06/02 e fino al 08/02
16 (8/2 ore 19)

A Maria Farrar, infanticida rinchiusa in carcere e che per il suo crimine viene uccisa dalle altre detenute, Bertolt Brecht dedica una delle sue poesie più belle. 
Manlio Marinelli, giovane autore palermitano di stanza a Torino, apre il racconto che ne fa Brecht reinterpretandolo in senso mediterraneo, barocco. Maria Farrar è una ragazza del proletariato torinese della prima emigrazione meridionale e nel suo universo ristretto il prete è veneto,  la “più baffuta delle sorelle suore del pio albergo” è meridionale come lei, le appare una Madonna modenese mentre un sorcio le parla in romanesco. Nella sua triste storia incontrerà anche uno psichiatra di Milano e un politico dalla fiera identità padana. Uno spettacolo divertente e terribile al tempo stesso.