Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Classic art

Momenti di trascurabile (In)felicità

In scena il poliedrico Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif
Pif
01/01/20
20.45
Gorizia
via Garibaldi 2/a
Gorizia

Gli infiniti spicchi di una realtà che attraverso il sorriso nasconde il senso più profondo e volubile della vita: perché ciascuno sperimenta ogni giorno, nel suo quotidiano, mille trascurabili, ma non irrilevanti, forme di in/felicità. È quanto racconta Momenti di trascurabile (In)felicità, lo spettacolo che vedrà sul palco lo scrittore, sceneggiatore e autore televisivo Francesco Piccolo e il poliedrico Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif.

Le piccole infelicità e i contrattempi possono contenere in sé anche qualche scintilla di divertimento e vitalità? È quanto si chiede Piccolo, che ha composto in due libri di grandissimo successo un catalogo dell’allegria del vivere, inciampi compresi. Da questo materiale nasce lo spettacolo, una sorta di “varietà dell’anima” che gioca con le nostre fobie, debolezze e conformismi. A teatro lo scrittore è appunto accompagnato da un ospite speciale per compiere un tratto di strada insieme tra momenti di trascurabile felicità e infelicità: Pif è già stato protagonista dell’omonimo film diretto da Daniele Luchetti e scritto a quattro mani da Luchetti e Piccolo.

Lo spettacolo rappresenta un’occasione per far “parlare” due libri di grande successo “Momenti di trascurabile felicità” (2010) e “Momenti di trascurabile infelicità” (2015). Piccolo ha anche sceneggiato la serie tv “L’amica geniale”, tratta dall’omonimo best seller dell’autrice Elena Ferrante. È stato poi autore di programmi televisivi quali Vieni via con me, Quello che (non) ho, Viva il 25 aprile, Falcone e Borsellino.