Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Music

Torna a Pordenone il Festival Internazionale di Musica Sacra

Concerto inaugurale con l'ensemble lituano Canto Fiorito Vilnius
Pordenone

Duomo Concattedrale San Marco
31/08/21
20.45

Sarà l’ensemble lituano Canto Fiorito Vilnius a inaugurare, martedì 31 agosto alle 20.45 nel Duomo Concattedrale San Marco a Pordenone, la 29^ edizione del Festival Internazionale di Musica Sacra, che riparte lungo un filo rosso triennale dedicato a “Trinitas. Trinità dell’umano”. Promosso come sempre da PEC - Presenza e Cultura con il CICP – Centro Iniziative Culturali Pordenone, curato dai direttori artistici Franco Calabretto e Eddi De Nadai, il Festival arriva al traguardo con un cartellone di sei grandi concerti internazionali dedicati all’esplorazione del “Pater”, prima figura iconica prescelta del percorso triennale.

La produzione di Canto Fiorito Vilnius, “Deus, deus meus”, affidata al mezzosoprano Renata Dubinskaitè - affiancata da Rodrigo Calveyra, cornetto e flauto dolce, e dall’organista Davide Pozzi - offre appunto un programma dedicato alla musica italiana della prima metà del Seicento, il secolo ‘barocco’, incentrato sulla devozione alla figura di Dio Padre Creatore. Si alterneranno così brani puramente strumentali in un contrappunto con i canti sacri, per un’ampia panoramica su un periodo storico particolarmente ricco e stimolante». In programma musiche dei compositori Lodovico da Viadana, Giovanni Battista Cocciola, Giovanni Paolo Cima, Claudio Monteverdi, Girolamo Frescobaldi, Barbara Strozzi, Giovanni Battista Fontana, Tarquinio Merula, Giovanni Legrenzi, Dario Castello.

L’ingresso è gratuito, con green pass e prenotazione obbligatoria inviando mail a pec@centroculturapordenone.it Per i dettagli visita www.musicapordenone.it

Renata Dubinskaitè ha studiato canto all’Accademia di Musica e Teatro di Vilnius e in seguito a Bologna con Fernando Cordeira Opa. Ha iniziato la sua carriera musicale nel 2009, dal 2010 si esibisce costantemente nel "Duo Barocco" e insieme all'Ensemble della Filarmonica Nazionale Lituana "Musica Humana", ha cantato con la St. Christopher's Chamber Music Orchestra, la Bielorussia State Chamber Orchestra e molte altre. Fra i suoi impegni operistici lo "Stabat Mater" di Pergolesi, Oloferne in "Juditha Triumphans" di Vivaldi, il pastiche "Gallant Baroque of Casanova". È la vincitrice della Vincė Jonuškaitė-Zaunienė Singers Competition (2014, Vilnius) ed è un'organizzatrice attiva di eventi internazionali di musica antica. Ha interpretato diversi ruoli operistici come Clorinda nel “Combattimento di Tancredi e Clorinda”, di Monteverdi (diretto da Rodolfo Richter), Cesonia in “Caligula” di Pagliardi (con l’ensemble “Le Poeme Harmonique”, diretto da Vincent Dumestre), Elpina ne “La fida ninfa” di Vivaldi, Oloferne nella versione in scena del oratorio di Vivaldi “Juditha Triumphans“, Xerxe nell’opera di Handel “Xerxes“ e altri. Viene spesso invitata a cantare come solista con l’Ensemble della Lithuanian National Philharmonic House “Musica Humana” e si è esibita con la St. Christopher’s Chamber Music Orchestra di Vilnius, la Belarussian State Chamber Orchestra e altre. Ha vinto la competizione nazionale Vincės Jonuškaitės-Zaunienės (Vilnius), e la Tiit Kuusik International Lied Competition (Parnu, Estonia).

 

Rodrigo Calveyra, direttore artistico dell’ensemble di musica antica “Canto Fiorito”, è nato a Porto Alegre, in Brasile, ha ottenuto il Master’s degree nel 2000 e si è specializzato in flauto dolce e musica medievale alla Civica Scuola di Musica di Milano con Pedro Memelsdorff. Ha suonato da solista con orchestre in Brasile, Svizzera, Italia e Argentina, e ha lavorato con direttori come Pablo Herreras Casado, Alessandro di Marchi, Martin Gester, Benoit Haller, Thomas Hengelbrock, etc. Ha partecipato nei festival più prestigiosi di musica antica, in Europa e nell’America del Sud: Ambronay, Antwerp, Utrecht, Herne, Munich, Chaise Dieu, Wallonie, e ha suonato nelle sale da concerto più pretigiose dell’Europa: Champs Elysés, Opéra Comique, Opera Garnier, Chatelet a Paris, Concertgebouw ad Amsterdam, Arsenal a Metz, Chateau a Versailles, Bozar a Bruxelles. Fa parte dell’Ensemble Cappella Mediterranea, diretto da Leonardo Garcia Alarcon.

Davide Pozzi si è diplomato in clavicembalo, fortepiano e clavicordio, organo e composizione organistica al Conservatorio di Milano. Ha completato gli studi alla Civica Scuola di Musica di Milano con Lorenzo Ghielmi e poi alla Schola Cantorum in Basilea con Andrea Marcon e Jean Claude Zehnder. Ha vinto numerosi premi nazionali, il secondo premio al Concorso Internazionale “Bonporti” di Rovereto e il premio Bärenreiter alla Telemann Competition a Magbeburg. Ha tenuto concerti in tutta l’Europa, Israele, Stati Uniti d’America e Giappone, nelle sale più prestigiose: Tage Alte Musik Regensburg, Museum of the Instruments e Berlin Philarmonie, Salle Gaveau, Salle Pleyel e Cité de la Musique Paris, Berlin and Vienna Konzerhaus, Amsterdam Concertgebow, Tonhalle Zurich, Società del Quartetto Milano, Teatro alla Scala Milano, Teatro Regio Parma, Teatro Real of Madrid, Auditorium of Milano, Teatro degli Arcimboldi Milano etc. Come pianista e clavicembalista solista si è esibito con diverse orchestre e ensemble in Italia e all’estero, ha registrato più di 40 CD e partecipato a numerosi programmi per TV internazionali. Dirige la Mailänder Kantorei, ensemble vocale e strumentale della Protestant Christian Church di Milano e insegna al Conservatorio di Como.