Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni
Meeting

399 cartoline d’arte dal Lockdown

A Trieste una ricercata selezione di cartoline postali raro esempio di mail art
Trieste
via Vittorio Veneto
Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa
27/01/22
9-13

Apre i battenti giovedì 13 gennaio, nel Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa di Poste Italiane (Poste centrali di via Vittorio Veneto), l’esposizione “399 Cartoline d’arte dal Lockdown” che raccoglie una ricercata selezione di cartoline postali raro esempio di mail art.

L’esposizione comprende circa 400 opere nel formato cartolina create da più di 30 artisti che si sono cimentati nella mail art, movimento artistico e una pratica d'arte che usa la posta come mezzo di visione e distribuzione delle opere d'arte, per dare sfogo alla propria fantasia durante i periodi di confinamento dovuti al Covid 19. Le cartoline, che rappresentano da sempre la possibilità di una piacevole comunicazione a distanza, in questa versione artistica rispondono all’angosciante esigenza di superare le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria. Gli espositori appartengono al gruppo “Incisioni d’arte e d’intorni”, gruppo di derivazione della “Scuola Libera dell’Acquaforte Carlo e Mirella Sbisà”. La documentazione fotografica è tratta da una precedente mostra delle opere allestita nel giugno 2021, nel mercato Coperto di Trieste. Hanno collaborato alla realizzazione dell’esposizione le artiste Paola Estori e Federica Finotto.

Utilizzando materiali di fortuna reperibili nelle proprie abitazioni, gli artisti hanno utilizzato tecniche diverse, spaziando dall’acquarello alla stampa a mano, dal collage alla xilografia, al rilievo. Le opere riflettono il disagio del momento, le paure e le speranze, lo stato emozionale e le reazioni delle persone rispetto al nuovo tipo di vita.

Con questa esposizione l’arte ha trovato un modo per uscire dall’isolamento, trasmettendo al visitatore una vibrazione particolare e una testimonianza del difficile periodo vissuto da tutti noi.

 

L’esposizione sarà visitabile fino a sabato 12 febbraio, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13, su appuntamento (0406764264).