Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nell'ambito di "Wunderkammer"

Cultura e Spettacolo
31 marzo 2014

Trieste, in anteprima il documentario su Wagner

di Moira Cussigh
Giovedì e venerdì al Cinema dei Fabbri la proiezione dell'opera presentata alla mostra di Venezia.
CONDIVIDI
4807
Un momento delle riprese del documentario su Wagner
Cultura e Spettacolo
31 marzo 2014 di Moira Cussigh

Il cartellone del festival di musica antica Wunderkammer di Trieste include quest’anno anche la settima arte, con la proiezione, il 3 e 4 aprile al Cinema Teatro dei Fabbri, del film-documentario “Richard Wagner Diario veneziano della sinfonia ritrovata” di Gianni Di Capua presentato alla 70esima Mostra Cinematografica della Biennale di Venezia e in anteprima europea al Bayreuther Festspiele in occasione delle celebrazione del  bicentenario della nascita del grande compositore tedesco.

Il regista, assieme a Igor Cognolato, docente di pianoforte al conservatorio Tartini e al compositore triestino Davide Coppola, rispettivamente interprete e autore della trascrizione per pianoforte della Sinfonia di Richard Wagner, interverranno sul proprio operato in una conversazione pubblica (ingresso libero) nell’Aula magna del Conservatorio Tartini giovedì 3 aprile alle 18.

Il documentario ricostruisce l'esecuzione di una sinfonia giovanile di Richard Wagner, creduta persa, che il grande compositore diresse nell’intimità familiare la sera di Natale del 1882 nel Ridotto del Teatro La Fenice, ponendosi alla testa di un’orchestra formata dagli insegnanti e dagli allievi del Liceo Musicale Benedetto Marcello.

Il "Diario" è articolato più piani narrativi, in un costante gioco di rimandi testuali tratti dal "Bericht über die Wiederaufführung eines Jugendwerkes" (Relazione di una Sinfonia giovanile ritrovata) scritto da Wagner subito dopo l'esecuzione della sinfonia, i "Tagebücher" ossia i Diari di Cosima Wagner e dalla testimonianza di Giuseppe Norlenghi, testimone d'eccezione dello storico allestimento del quale riferirà nel suo saggio biografico "Wagner a Venezia" scritto all'indomani della morte del grande compositore tedesco, avvenuta a Venezia, il 13 febbraio del 1883.

Il film offre un importante contributo musicologico attraverso la trascrizione per pianoforte della sinfonia realizzata da Davide Coppola, revisionata sulla base del manoscritto dello stesso Wagner rinvenuto alla Library of Congress di Washington. In alcune sue parti la trascrizione, eseguita e commentata dal Maestro Igor Cognolato, rivela la contiguità del giovane Wagner con i modelli di riferimento dell’epoca Beethoven e Mozart, ma soprattutto la presenza degli elementi fondativi individuati in alcune sue opere maggiori, come il Tristano, il Parsifal e il Crepuscolo degli Dei.

Il documentario qualificato film d’essai dalla Direzione Generale del Cinema del MIBAC è stato segnalato dall’Agis Scuola delle Tre Venezie, referente del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per la diffusione di film di alto interesse culturale e didattico da visionare nelle sale cinematografiche per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

 

Le proiezioni al Teatro – Cinema dei Fabbri sono il 3 e 4 aprile nei seguenti orari: 17/18.30/20/21.30.  Biglietti interi euro 6, ridotti euro 4

La proiezione del 3 aprile delle 21.30 sarà preceduta da una presentazione alla presenza del regista.

Commenti (0)
Comment