Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

In programma a Gorizia dal 18 al 24 luglio

Cultura e Spettacolo
04 aprile 2014

Cinema, il Premio Amidei dedicato a Carlo Mazzacurati

di Samantha Punis
Il riconoscimento alla Cultura Cinematografica attribuito quest’anno alla trasmissione radiofonica di Radio3, Hollywood Party.
CONDIVIDI
4878
Un'immagine di Carlo Mazzacurati
Cultura e Spettacolo
04 aprile 2014 di Samantha Punis

Ritorna dal 18 al 24 luglio prossimi a Gorizia il Premio Internazionale alla Migliore Sceneggiatura Sergio Amidei.

Arrivato quest’anno alla 33esima edizione, il Premio sarà interamente dedicato a Carlo Mazzacurati, straordinario regista e sceneggiatore recentemente scomparso, espressione sincera delle storie e del vissuto del Nordest italiano. Ricordato e celebrato con grande affetto da tutto il mondo del cinema, Mazzacurati verrà raccontato nel corso delle sette giornate di programmazione dell’Amidei attraverso la sua opera completa, dai primi anni Ottanta ai giorni nostri.

Un lavoro di ricognizione importante e faticoso eccezionalmente patrocinato dall’autorevole Associazione 100 Autori e dall’Agis Tre Venezie e così definito da Mariapia Comand, docente del DAMS Cinema Gorizia – Università di Udine e curatrice del programma, “quello del Premio Amidei non è un omaggio occasionale ed estemporaneo a Mazzacurati, ma l'incontro profondo di figure e soggetti diversi (personalità artistiche e istituzioni culturali come l'Amidei e i 100 autori) che si identificano in una comune politica culturale per il cinema”.

La retrospettiva – dalla quale non mancheranno i lavori di sceneggiatura come Marrakech Express (Salvatores) e Domani accadrà (Luchetti) – offrirà un punto di vista privilegiato sull’opera di Mazzacurati andando oltre i lavori di regia per approdare al campo della scrittura cinematografica, fulcro dell’attività di promozione e divulgazione portata avanti dall’Amidei da più di tre decenni.

Partendo dagli anni Ottanta, definiti il punto di svolta grazie al ritorno alla sceneggiatura dopo un decennio nefasto confinabile agli anni Settanta, il Premio Amidei concentrerà – attraverso Mazzacurati – sulla Scrittura Italiana il taglio curatoriale dell’edizione 2014.

Tutt’attorno un nutrito programma di appuntamenti, tavole rotonde, approfondimenti e incontri costruiti attorno agli assi portanti dell’Amidei come il Premio Internazionale alla Migliore Sceneggiatura e il Premio alla Cultura Cinematografica attribuito quest’anno trasmissione radiofonica di Radio3, Hollywood Party. Un’attribuzione non casuale che vuole riconoscere l’importanza di Hollywood Party nella promozione della settima arte in ogni suo aspetto, a partire dalla capacità di coniugare intrattenimento di qualità e informazione grazie a un  format originale ed efficace, la competenza e l’acume critico delle molte voci che si sono succedute negli anni ai microfoni radiofonici. Per l’occasione approderà all’Amidei il film – scelto direttamente dagli ascoltatori attraverso un contest attivo fino al 15 aprile – che meglio incarna lo spirito di Hollywood Party.

A completare il fitto programma, le sezioni di approfondimento dedicate a:

La Grande Guerra  /  Una riflessione intorno al primo conflitto mondiale, in vista delle ricorrenze del 2015. I temi della memoria, dei destini individuali e collettivi e la forza di denuncia del cinema, saranno al centro delle retrospettive e degli incontri dedicati. Ricordare la “vicinanza” della guerra per ribadire il valore della pace. 

Horror politico italiano ‘60/’70  / Un filo nero lega film disparati dell’horror italiano degli anni Sessanta e Settanta. Autori diversi per storia, ambizioni e provenienza, sembrano appropriarsi dell’orrore cinematografico per raccontare, più o meno intenzionalmente, gli orrori del quotidiano, la crisi del potere politico o i suoi abusi, la trasfigurazione della società o il disfacimento ideologico. La retrospettiva propone una selezione mirata di questi film, alcuni dei quali considerati oggi opere di culto.

Spazio Off / Il Premio Amidei prosegue la sua ricerca dei territori più inesplorati del cinema italiano indipendente. Quest’anno la sezione off sarà dedicata all’horror contemporaneo indipendente.

A completare il tutto un corollario di eventi speciali.

Commenti (0)
Comment