Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Al via domani "Elementi sotterranei"

Società
06 maggio 2014

La sovranità alimentare dipinta su un muro

di Moira Cussigh
Per un mese Gemona ospiterà writers da tutto il mondo, chiamati a realizzare un'opera collettiva su una superficie di 700 metri quadrati.
CONDIVIDI
5270
A Gemona attesi 17 writers da nove diversi Paesi
Società
06 maggio 2014 di Moira Cussigh

Per un mese intero Gemona del Friuli offrirà ai writers di tutto il mondo un lungo muro, su cui poter raccontare una grande storia collettiva. È questo il senso di Elementi Sotterranei, il festival internazionale del graffito che la cittadina friulana ospiterà da domani fino al 7 giugno. 17 street artists provenienti da 9 diversi Paesi (dalla Bulgaria al Brasile) saranno chiamati a confrontarsi a colpi di graffiti su un unico muro di 700 metri quadrati di superficie, per dare vita a un'opera corale. Il tema di quest'anno è di assoluta rilevanza, se ne parlerà anche a Milano all’Expo 2015. Ma in maniera diversa: a Gemona i pensieri diventeranno arte. 

Si parlerà di cibo e sovranità alimentare con conferenze, con dibattiti e letture, ma a dire la sua sul tema sarà alla fine la grande opera collettiva che i writers lasceranno in dono alla città. L’associazione Bravi Ragazzi in fin dei conti ha come missione quella di abbellire un luogo ricostruito con abbondanti dosi di cemento dopo il terremoto del ’76: lo fa invitando i graffitari di tutto il mondo a esprimersi. E loro di solito accettano di buon grado la sfida. Così hanno fatto quest’anno writers portoghesi, spagnoli, italiani, svizzeri, tedeschi, austriaci, brasiliani, bulgari.

Per un mese la cittadina ospiterà laboratori aperti di street art and writing: di lettering, di wheat pasting, di stencil e altro ancora. Materia di studio per i graffitari, il lettering è un’evoluzione dello studio della lettera, con l’aggiunta di frecce, punte o decorazioni. Il wheat pasting è invece una delle più rapide tecniche utilizzate dalla Street Art per incollare disegni, stampati su carta, su muri o altre superfici. Sabato 10 Maggio alle 9.45, nell’ex Chiesa di San Michele di Gemona, si partirà con una tavola rotonda, per un confronto su sovranità alimentare e agricoltura sociale a cura di CeVI, Ecomuseo delle Acque e Legambiente. Nel pomeriggio spazio ai laboratori: dalle 15 in via San Pietro, dove si trova il wall su cui lavoreranno gli street artists, ci sarà un workshop di lettering con Daker, mentre alle 17 partirà l’Insta-Bike Tour con Style One.

Programma completo su www.elementisotterranei.net.

Commenti (0)
Comment