Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Esposizione sullo Stato Patriarcale

Cultura e Spettacolo
21 maggio 2014

Il Friuli in mostra a Basilea

a cura della redazione
Nell'università della città svizzera attesi migliaia di visitatori per l'allestimento realizzato dalla Provincia di Udine.
CONDIVIDI
5495
Da sinistra: Fontanini, Pittaro e Loprieno
Cultura e Spettacolo
21 maggio 2014 della redazione

Tappa in Svizzera, a Basilea, per la mostra itinerante “Il Friuli: una Patria” della Provincia di Udine. L’allestimento, curato dagli studiosi Gianfranco Ellero e Giuseppe Bergamini, è ospitato nella prestigiosa sede centrale dell’Università di Basilea e ha ricevuto il Patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Berna. Basilea è la quarta tappa del tour della mostra che ha toccato anche Vancouver, Liegi e Torino.

All’inaugurazione hanno  preso parte il Console d’Italia in Basilea Maria Pia Calisti, il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini e il presidente dell’Ente Friuli nel Mondo Pietro Pittaro nonché oltre 300 ospiti che hanno potuto apprezzare anche l’esibizione del coro “Stella Alpina” di Arlesheim nell’esecuzione dei canti in friulano.

Oltre 5 mila i visitatori attesi dalla mostra che è visitabile fino a venerdì. Basilea, città di confine e che gode da sempre dello scambio proficuo tra culture e lingue diverse, conferma l’interesse e la curiosità verso il Friuli che, per la quinta volta, è ospite della sede centrale dell’Università grazie al sostegno del Rettore Antonio Loprieno.

L’allestimento che la Provincia di Udine ha realizzato nel 2008 propone un approfondimento dedicato alla storia del Friuli con particolare riferimento al periodo dello Stato patriarcale. L’esposizione che è parte di uno studio corposo sul periodo 1077-1797 descrive in modo semplice e moderno l’evoluzione politica, sociale, economica e culturale di una pagina importante della storia friulana, attraverso pannelli esplicativi, riproduzioni di oggetti, documenti, ricostruzioni.

Sul significato dell’esposizione si è soffermato il presidente Fontanini: “Un’opportunità di conoscenza per tutti che ha lasciato un segno molto forte nel pubblico perché chiarisce con documentata precisione i concetti di Friuli fisico, Friuli storico e di Patria del Friuli. Grazie all’Ente Friuli Nel Mondo e alla rete dei Fogolars queste opportunità di approfondimento si moltiplicano a livello internazionale grazie. La mostra diventa quindi anche un momento per i friulani all’estero di rinsaldare e rinvigorire il legame con la loro terra d’origine”.

La tappa della mostra a Basilea è stata realizzata grazie al Fogolâr furlan di Basilee presieduto da Argo Lucco che ha evidenziato la valenza dell’esposizione: “Un modo di esportare il Friuli, mostrando all’estero i legami di questa terra con la cultura germanica e quella latina”.

Commenti (0)
Comment