Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Emergenza neve

Protezione Civile
09 gennaio 2012

Attenzione, neve in strada!

di Ufficio stampa Protezione Civile FVG
Nelle aree di pianura della nostra regione, nevicate copiose possono creare serie situazioni di pericolo. Per scongiurarle, ecco come intervengono i volontari della Protezione civile.
CONDIVIDI
888
Protezione Civile
09 gennaio 2012 di Ufficio stampa Protezione Civile FVG

Di fronte alle emergenze provocate da una intensa nevicata, in particolar modo nelle aree solitamente meno soggette a questo genere di precipitazioni (come la pianura e le zone costiere), i volontari della Protezione civile si muovono seguendo il piano di emergenza comunale, stilato per ogni singola località. Ogni squadra interviene con i mezzi in dotazione per rimuovere il manto nevoso dalle strade, iniziando dalle arterie principali e che collegano luoghi sensibili come ospedali e scuole.

Compito principale dei volontari, infatti, è quello di liberare dalla neve i luoghi d’ingresso agli edifici pubblici e di pubblica attività. Altrettanto fondamentale, poi, è l’opera di spargimento di sale sulle carreggiate, al fine di evitare la formazione di ghiaccio. Tutte le operazioni delle singole squadre comunali di volontari sono coordinate dai tecnici della Sala Operativa Regionale di Palmanova, fulcro logistico che raccoglie le segnalazioni e le richieste di intervento sul territorio. Grazie a questo lavoro coordinato, infatti, i volontari della Protezione civile possono garantire altri servizi essenziali come, ad esempio, il ripristino dell’energia elettrica o lo sgombero da strade e giardini di alberi pericolanti.

Tutte le informazioni sui diversi piani di intervento in caso di neve previsti nei singoli comuni della regione possono essere visionati consultando il sito internet www.protezione civile.fvg.it oppure contattando direttamente il proprio Comune di appartenenza.

Commenti (0)
Comment