Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Fiumi e alluvioni

Protezione Civile
24 marzo 2012

La pulizia dei corsi d'acqua

di Ufficio stampa Protezione Civile FVG
I volontari della Protezione civile si occupano regolarmente del taglio di arbusti e della vegetazione infestante gli alvei dei fiumi: un’attività fondamentale per evitare pericolose tragedie.
CONDIVIDI
897
Protezione Civile
24 marzo 2012 di Ufficio stampa Protezione Civile FVG

Una delle tipologie di esercitazione più frequenti per i volontari delle squadre comunali di Protezione civile del Friuli Venezia Giulia riguarda senza dubbio il taglio di arbusti e vegetazione infestante gli alvei dei fiumi, al fine di ripristinare l’efficiente deflusso nei corsi d’acqua regionali. L’importanza di questa attività di prevenzione  è stata evidenziata in tutta completezza negli eventi alluvionali dell’autunno 2011 che hanno colpito la Liguria, dove la presenza degli arbusti si è rivelata una delle concause di quelle tragedie.

Da anni la Protezione civile del Friuli Venezia Giulia svolge tale attività mediante l’esecuzione di opere di somma urgenza e di pronto intervento.  Solitamente il monitoraggio del territorio viene effettuato dalla Direzione di Palmanova, che stabilisce gli interventi più onerosi, mentre le situazioni locali (interventi minori) sono di solito di iniziativa dei singoli Comuni o dei Gruppi che in essi operano. Durante l’attività sul campo, i volontari provvedono all’eliminazione dalle sponde di vegetazione infestante, ramaglie e materiale fluitato in conseguenza di precedenti eventi di piena, che costituiscono potenziale pericolo in caso di possibili prossime piene del corso d’acqua, procedendo inoltre al taglio di piante pericolose in corrispondenza degli argini.

Di solito vengono anche asportati i ceppi degli alberi usando trattori o ruspe. Per le operazioni di taglio si usano motoseghe e decespugliatori per la sterpaglia; il materiale raccolto, se si tratta di fusti d’albero, viene tagliato ed asportato e solitamente donato a qualche ente benefico come legna da ardere, mentre le ramaglie, erbacce e stoppie vengono triturate con cippatrici e trinciastoppie. Nonostante le numerose operazioni effettuate, sono ancora diversi i tratti di corsi d’acqua che richiedono interventi urgenti di pulizia della vegetazione: nel box qui sotto sono riportati quelli che la Direzione ritiene necessari e la cui esecuzione sarà realizzata in funzione delle future disponibilità finanziarie e di volontari.

 

 

Commenti (0)
Comment