Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentata "Storia in città"

Cultura e Spettacolo
01 ottobre 2014

Trieste, la Resistenza e il ritorno all'Italia

di Rosanna Ferfoglia
Ciclo di incontri per commemorare attraverso fatti e testimonianze eventi significativi della comunità triestina.
CONDIVIDI
7237
L'odierna conferenza stampa
Cultura e Spettacolo
01 ottobre 2014 di Rosanna Ferfoglia

“Storia in città” è il titolo dei due cicli di incontri su 'La questione di Trieste' e 'Resistenze e guerre civili in Europa' che si terranno al Civico Museo Revoltella (via Diaz 27) e a Palazzo Vivante (largo Papa Giovanni XXIII, 7), a partire da lunedì, proposti dal Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Trieste (DISPES) assieme all'Istituto per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia (Irsml), all'Istituto regionale per la cultura istriana, fiumana e dalmata e alla Deputazione di storia e patria per la Venezia Giulia, all'Università Popolare, all'Opera Figli del Popolo, in co-organizzazione con il Comune di Trieste.

L'iniziativa è stata illustrata stamane, al Museo d'Arte Orientale, alla presenza del sindaco Roberto Cosolini, Raoul Pupo, docente di Storia Contemporanea all'Università di Trieste, Roberto Scarciglia, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Trieste, Anna Maria Vinci (Università Trieste) e Maria Grazia Tatò per la Deputazione di storia e patria per la Venezia Giulia.

Dopo il successo di pubblico registrato negli incontri già organizzati l'anno scorso (‘Verso la Grande Guerra’ e ‘Morte e resurrezione della Patria’), e del frequentatissimo ciclo “Lezioni di Storia” al Teatro Verdi, si torna a focalizzare l'attenzione su temi di storia contemporanea coniugando la dimensione generale con quella locale nell'ottica di favorire l'integrazione e lo sviluppo delle conoscenze, avvalendosi dei  migliori studiosi in materia, tra cui Raoul Pupo, Roberto Spazzali, Joze Pirjevec, Patrick Karlsen, Diego D'Amelio, Daniele Andreozzi, Guido Rumici, Massimo Bucarelli, Cesare La Mantia e molti altri.

Gli argomenti dei due cicli di lezioni - entrambi articolati su 10 appuntamenti di 2 ore ciascuno - avranno come obiettivo specifico quello di cogliere l'occasione della commemorazione di alcuni eventi particolarmente significativi per la storia della comunità nazionale e locale  - 60° del ritorno dell'Italia a Trieste e 70° della Resistenza – per offrire ai cittadini un percorso di conoscenza che permetta di andar oltre l'evento celebrativo senza ritualismi e retoriche.

PROGRAMMA

“LA QUESTIONE DI TRIESTE”

Palazzo Vivante - 17.30-19.30

Lunedì 6 ottobre: Raoul Pupo (Università di Trieste): Dalla sconfitta al Trattato di pace

Lunedì 13 ottobre: Raoul Pupo (Università di Trieste): Dal Trattato di pace al Memorandum di Londra

 

Lunedì 20 ottobre: Patrick Karlsen (Università di Trieste) & Nevenka Troha (Istituto di storia contemporanea, Lubiana): La dinamica politica fra 1945 e 1954, i comunisti cominformisti e titoisti

Lunedì 27 ottobre: Diego D’Amelio (Istituto storico italo-germanico, Trento) & Anna Millo (Università di Bari): La difesa dell'italianità di Trieste: governo e partiti fra democrazia e nazionalismo

Lunedì 10 novembre: Jože Pirjevec (Università del Litorale,), La crisi del Cominform e l’impatto sulla società slovena di Trieste

Lunedì 17 novembre: Roberto Spazzali (Deputazione di storia patria, FVG) & Pietro Spirito (giornalista de “Il Piccolo”), Il Gma: vita quotidiana e funzionamento amministrativo

Lunedì 24 novembre: Daniele Andreozzi (Università di Trieste), Destini. Il sistema economico di Trieste tra dinamiche internazionali e GMA.

Lunedì 1 dicembre: Guido Rumici (Società di Studi Storici e Geografici di Pirano), Il dopoguerra in Istria e l’esodo

Martedì 9 dicembre: Roberto Spazzali (Deputazione di storia patria, FVG), La zona B e l’esodo

Lunedì 15 dicembre: Massimo Bucarelli (Università del Salento), Italia e Jugoslavia nell’epoca della distensione

 

“RESISTENZE E GUERRE CIVILI IN EUROPA”         

Auditorium museo Revoltella -  Palazzo Vivante - 17.30-19.30

Martedì 7 ottobre: Gustavo Corni (Università di Trento), Sistemi di occupazione, collaborazionismi e resistenze in Europa

Mercoledì 15 ottobre: Patrick Karlsen (Università di Trieste) & Nevenka Troha (Istituto di Storia contemporanea, Lubiana), Resistenza italiana e movimento di liberazione jugoslavo nella Zona di occupazione Litorale adriatico

Mercoledì 22 ottobre (*): Simone Bellezza (Università di Trento), Resistenze opposte: occupazione nazista e reazioni popolari in Ucraina

Mercoledì 29 ottobre: Eric Gobetti (ricercatore), Resistenza, guerra civile e rivoluzione. La Jugoslavia nella tempesta (1941-1945)

Mercoledì 5 novembre: Christoph Schminck-Gustavus (Università di Brema), Il caso greco

Mercoledì 12 novembre: Luigi Ganapini (Università di Bologna), La Repubblica sociale italiana

Mercoledì 19 novembre: Cesare La Mantia (Università di Trieste), Il caso polacco 

Mercoledì 26 novembre (*): Santo Peli (Università di Padova),  La Resistenza in Italia: le forme della violenza

Mercoledì 3 dicembre: Leonardo Casalino (Università di Grenoble), Il caso francese

Mercoledì 10 dicembre: Tullia Catalan (Università di Trieste), La Resistenza ebraica

Commenti (0)
Comment