Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Al via "Nativitas 2014"

Cultura e Spettacolo
27 novembre 2014

Il Natale è già in musica

a cura della redazione
Dal 29 novembre in programma 170 concerti corali. Coinvolti Friuli Venezia Giulia, Slovenia, Carinzia, le regioni del Nord Italia e la Sardegna.
CONDIVIDI
7984
Dal 13 dicembre gli appuntamenti musicali in regione avranno cadenza quotidiana
Cultura e Spettacolo
27 novembre 2014 della redazione

Sabato 29 novembre nelle chiese, nei teatri e nelle strade della regione inizieranno a risuonare i canti  della XIV edizione di Nativitas, la vetrina di canti e tradizioni natalizie in Alpe Adria promossa dall’Unione Società Corali del Friuli Venezia Giulia (con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Veneza Giulia e delle Fondazioni CRUP e CARIGO). Per i cori dell’USCI FVG è un appuntamento fondamentale, atteso e preparato con cura da mesi, l’occasione per presentare nuovi progetti musicali, incontrare altri cori dell’intero territorio dell’Alpe Adria nell’atmosfera festosa del periodo dell’avvento e natalizio e offrire un augurio in musica di buone feste a tutti coloro che amano il canto corale e lo sostengono.

I canti della tradizione e i capolavori della letteratura colta, il Natale jazzy americano e i canti gregoriani, i brani dei compositori regionali o le anonime gemme del repertorio popolare saranno i colori quanto mai vari e invitanti della più grande rassegna corale della regione che anche quest’anno conferma il proprio ruolo con una partecipazione numerosissima distribuita in 170 appuntamenti.

Per l’USCI Friuli Venezia Giulia questa grande manifestazione “dà conto della ricchezza culturale che alla nostra regione deriva dal suo essere terra di confine, incontro di storie, culture e fedi diverse, che nel canto possono trovare il luogo di un pacifico confronto”.

Ma i cori dell’USCI FVG con Nativitas portano la propria tradizione anche fuori dai confini regionali e nazionali. Da diversi anni esiste infatti un ponte musicale attraverso il quale questi concerti raggiungono la Slovenia, la Croazia e l’Austria, il Veneto, la Lombardia, il Trentino Alto Adige, e quest’anno anche la Sardegna. Tra i molti progetti di rilievo va citata una nuova collaborazione diretta tra USCI FVG e il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine che metterà a disposizione la propria orchestra per l’interpretazione del Gloria di Francis Poulenc.

Il calendario di concerti sarà ancora più intenso rispetto all’anno scorso; dal 13 dicembre i molteplici appuntamenti in tutta la regione avranno cadenza giornaliera, ma la festosa rassegna avrà anche un inizio molto ricco di proposte, fin dal primo fine settimana che coincide con la prima domenica di avvento. Sabato 29 novembre saranno le province di Udine e Trieste a inaugurare la manifestazione con il programma dedicato alla tradizione friulana dai Cantori del Friuli nella chiesa di Pagnacco e la rassegna di gruppi triestini nella chiesa di San Marco Evangelista a Trieste. Domenica 30 gli appuntamenti si divideranno tra momenti liturgici e concerti pomeridiani con la messa Aeterna Christi Munera di Palestrina interpretata dalla Corale San Vito nella basilica di Aquileia e il canto gregoriano del gruppo Laetare nella chiesa di Santa Caterina a Trieste, mentre nel pomeriggio le voci bianche e giovanili dell’Usci Gorizia canteranno il Natale nel teatro di Cormons e l’oratorio di San Pancrazio a Roveredo in Piano ospiterà le accattivanti note del concerto Christmas Jazz con il Collis Chorus.

Non si dovrà attendere il prossimo fine settimana per ascoltare altra ottima musica all’insegna della tradizione natalizia. Sarà un Augurio in Villa quello proposto dallo spumeggiante Vocal Cocktail giovedì 4 dicembre nella Villa Romano di Case di Manzano. Venerdì 5 Nativitas ritornerà invece a Trieste per il Natale “tra amici” proposto dal coro Illersberg nella Chiesa Evangelica luterana. Dal 6 dicembre il numero di concerti giornalieri inizierà progressivamente ad aumentare con le proposte più diverse, tra le quali un suggestivo programma dedicato alla polifonia rinascimentale spagnola a Mariano del Friuli, il Natale dei cori giovanili e scolastici a Trieste, le festività nel folclore italiano a Sacile. Il dettaglio degli eventi con tutti gli aggiornamenti è a disposizione sulla pagina www.uscifvg.it. Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Commenti (0)
Comment