Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Verdetto ex aequo

Cultura e Spettacolo
03 dicembre 2014

Musica, due vincitori per il "Premio Fabris"

a cura della redazione
L'albanese Llambi Cano e l'udinese Alessandro Piovesana si sono aggiudicati la decima edizione.
CONDIVIDI
8049
I due vincitori assieme ai giurati
Cultura e Spettacolo
03 dicembre 2014 della redazione

Assegnata ex aequo la decima edizione del Premio pianistico “Maria Grazia Fabris”, promossa dalla famiglia Gherbitz con il Conservatorio Tartini di Trieste, in collaborazione con il Conservatorio Tomadini di Udine. Vincitori pari merito sono risultati i giovani pianisti Llambi Cano, albanese, allievo del Conservatorio Tartini di Trieste dov'è preparato dalla docente Teresa Trevisan, Alessandro Piovesana, di Udine, allievo del Conservatorio Tomadini e in particolare della docente Franca Bertoli

Llambi Cano aveva eseguito partiture tratte dalle opere di Prokofiev e Beethoven, mentre Alessandro Piovesana si era esibito in un programma su musiche di Ravel, A. Venier e Prokofiev. . 

Istituito per ricordare la pianista e docente Maria Grazia Fabris, il Premio Fabris è rivolto ai migliori iscritti agli ultimi anni dei corsi di I livello delle Scuole di pianoforte dei Conservatori Tartini e Tomadini. L'audizione pubblica si è svolta ieri pomeriggio nell'Aula Magna del Conservatorio Tartini di Trieste. Gli allievi sono stati valutati da una Commissione giudicatrice presieduta da Nino Gardi assieme a Flavia Brunetto, Franco Calabretto, Maria Letizia Michielon e Roberto Turrin, con il coordinamento di Claudio Gherbitz.  A conclusione delle prove si sono esibiti il vincitore 2013, Matteo Londero, e il pianista Luca Delle Donne, vincitore in occasione dell'edizione 2005.

Commenti (0)
Comment