Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Agriest Tech 2015

Attualità
19 gennaio 2015

A Udine la fiera dell'agricoltura e delle macchine agricole

a cura della redazione
Da giovedì a domenica 250 espositori e una ventina di convegni e approfondimenti con ospiti di caratura internazionale.
CONDIVIDI
8446
I relatori della conferenza stampa odierna
Attualità
19 gennaio 2015 della redazione

Presentata a Udine l’edizione 2015 di Agriest Tech, in programma da giovedì a domenica presso la Fiera udinese. Sono intervenuti la Presidente di Udine e Gorizia Fiere Luisa De Marco, il Presidente della Federazione Banche di Credito Cooperativo del F.V.G. Giuseppe Graffi Brunoro, il Direttore del Servizio promozione, statistica agraria e marketing dell’ERSA, Paola Coccolo e l’Autorità di Gestione del Programma di sviluppo rurale F.V.G. 2007-2013, Serena Cutrano.

Attesi 250 espositori,  con il coinvolgimento di tutti i padiglioni e le aree esterne del quartiere fieristico. «Un dato già di per sé positivo e che – sottolinea De Marco – avvalora la scelta fatta due anni fa quando si è deciso di “sdoppiare” la manifestazione specializzandola nei due focus. Fondamentale e importante – prosegue la Presidente della Fiera – la presenza in Agriest, riconfermata anche quest’anno, della Regione che con la Direzione centrale delle risorse rurali, agroalimentari e forestali e con l’ERSA farà del padiglione 1 una vera e propria presentazione di tutto ciò che l’agricoltura è e rappresenta per il nostro territorio».

Durante la manifestazione i visitatori potranno anche prendere parte alle prove mezzi (anche in movimento) che si alterneranno nell’area Esterna E del quartiere fieristico e che metteranno alla prova le macchine degli espositori che aderiscono a questa iniziativa.

Agriest si conferma luogo di discussione, di dibattitto e di approfondimento delle tematiche più attuali del settore primario: lo ribadisce anche quest’anno con un’agenda convegni articolata su 19 appuntamenti tra convegni, seminari, workshop, incontri tecnici e presentazioni. Il pubblico di riferimento sono sì gli imprenditori agricoli e gli operatori del settore, ma anche i giovani delle scuole. Il  primo e il più importante di questi eventi è il convegno inaugurale del 22 gennaio: l’argomento trattato sarà “Irrigazione, tecnologia e sostenibilità per l’agricoltura dei prossimi 50 anni”  sul quale interverranno nello specifico Aaron Fait dell’Università di Ben Gurion del Negev, Israele (“Irrigate”: progetto di collaborazione italo-israeliana contro la siccità nei vigneti) e Andrea Segrè dell’ateneo di Bologna (Agricoltura sostenibile per alimentare il futuro) . L’apertura dei lavori è affidata al Vice Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Andrea Oliviero  che illustrerà le azioni del Governo per la corretta gestione delle acque ai fini della tutela ambientale e al servizio dell’agricoltura.   Inizio lavori ore 10.30 (sala congressi). Al termine dei vari interventi (ore 12.30) taglio del nastro e visita agli stand della manifestazione.

Il Ministro dell’agricoltura della Slovenia Dejan Židan visiterà Agriest nella giornata di venerdì 23 gennaio prendendo anche parte ai lavori del convegno “Il Progetto FARmEAT: zootecnia, vendita diretta e recupero delle aree marginali”.

Finanziato dall’Unione Europea e nato dalla collaborazione tra il Friuli Venezia Giulia e la Slovenia, il progetto FARmEAT, sostiene e valorizza gli allevatori delle Valli del Natisone e della fascia confinaria tra i due Paesi che allevano il proprio bestiame utilizzando metodiche sostenibili e attente all’ambiente, che prevedono anche l’utilizzo del pascolo.  Di conseguenza il progetto contribuisce alla salvaguardia del paesaggio e al recupero di ampie superfici a prato funzionali all’alimentazione degli animali.

Il programma degli eventi convegnistici è disponibile su www.agriest.it

Commenti (0)
Comment