Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Dall'11 febbraio

Cultura e Spettacolo
02 febbraio 2015

Trieste, ritornano i Mercoledì del Tartini

a cura della redazione
Dal jazz alla musica barocca serie di concerti per un repertorio contemporaneo dai grandi effetti. Ecco tutte le date.
CONDIVIDI
8675
Brass Quintet Contrast (trobilni photo)
Cultura e Spettacolo
02 febbraio 2015 della redazione

Riflettori sul nuovo cartellone 2015 “Mercoledì” del Conservatorio Tartini: undici appuntamenti, dall'11 febbraio al 29 aprile, nel segno della contaminazione fra musica, teatro e poesia, con proposte che spaziano dal jazz alla musica barocca, attraversando le commistioni musicali fra Oriente e Occidente, il repertorio contemporaneo e la composizione. Senza dimenticare il concerto dell'Orchestra d'archi del Conservatorio Tartini al Teatro Verdi, l’omaggio in due giornate al compositore triestino Giampaolo Coral, affidato al critico musicale Renzo Cresti, la dedica alla compositrice turca Nazife Güran, dalla Slovenia il Brass Quintet Contrast, ensemble emergente sulla scena musica europea. Fra le prime più attese anche il clarinettista Cris Inguanti, solista della Vancouver Symphony Orchestra, di scena a Trieste, i piano recital di Johannes Kropfitsch e Letizia Michielon, il concerto Sciascia-Leonardi.

I concerti si apriranno, mercoledì 11 febbraio, con l'originale piano solo di Massimo Gon incentrato sul capolavoro di Anton Čechov “Tre sorelle” con un repertorio musicale dedicato a Čajkovskij, Skrjabin e Rachmaninov. Si prosegue, mercoledì 18 febbraio in collaborazione con l’Accademia di Musica di Lubiana, con il talentuoso musicista sloveno Vid Useničnik, al ritmo della marimba su musiche di Muramatsu, Séjourné, Živković, Debussy, Sammut e Abe. Ancora in cartellone, per un concerto su musiche di Malcom Arnold e Enrique Crespo, il Brass Quintet Contrast, gruppo nuovo eppure già riferimento sulla scena musicale europea, vincitore del prestigioso concorso Internazionale “Jan Koetsier” di Monaco di Baviera. Mercoledì 25 febbraio a esibirsi sarà il Trio Euterpe composto da Serena Michelin e Arianna Russolo al flauto e Dimitri Candoni al pianoforte per un concerto tutto dedicato alle sonate per Trio dal Barocco all'Ottocento, su partiture scelte tra Telemann, Bach, Kuhlau e Doppler.

Un concerto da non perdere quello di mercoledì 4 marzo: di scena un duo d'eccezione, Stefano Sciascia al contrabbasso e David Giovanni Leonardi, in un programma dedicato alla “Cancion de amor” su musiche tradizionali della Spagna, Catalogna, Giappone e Irlanda. Stefano Sciascia, docente al Conservatorio Tartini, è anche autore della colonna sonora del pluripremiato film “Across the river” di Lorenzo Bianchini. Il jazz tra equilibri e alchimie sarà al centro dell'appuntamento di mercoledì 11 marzo con l'Ensemble jazz del Conservatorio Tartini: in programma composizioni originali di Giorgio Giacobbi, sassofonista del gruppo. Appuntamento con una prima nazionale mercoledì 18 marzo: Cris Inguanti primo clarinetto della Vancouver Symphony Orchestra, sarà accompagnato al pianoforte da Roberto Turrin per un concerto dedicato al clarinetto tra il XX e XXI secolo. Per l’occasione sarà eseguito per la prima volta in Italia il Grace Period per clarinetto solo di Jeffrey Ryan, oltre a musiche di Jacques Hétu, Bohuslav Martinů, Nino Rota e Francis Poulenc.

Ancora grandi protagonisti mercoledì 25 marzo con il Piano recital del viennese Johannes Kropfitsch, un concerto in collaborazione con l’Universität für Musik von Wien, su musiche di Franz Schubert, Alfred Grünfeld-Strauss, Johannes Brahms e dello stesso Kropfitsch. Lunedì 30 marzo appuntamento con il concerto affidato all'Orchestra d’Archi del Conservatorio Tartini di Trieste preparata dal maestro Fabio Pirona nella Sala Victor de Sabata del Teatro Verdi di Trieste. Al centro del concerto una sequenza di variazioni, su un tema popolare, composte da dieci autori russi.

Due giornate, mercoledì 15 aprile e venerdì 17 aprile, saranno dedicate al ricordo di Giampaolo Coral: un omaggio al compositore triestino con la preziosa partecipazione del critico musicale Renzo Cresti. Il viaggio attraverso le musiche e la poetica del Maestro si completerà con l’esecuzione di brani eseguiti dagli studenti delle classi di Arpa, Canto, Clavicembalo, Fisarmonica, Organo e Pianoforte. Poesia e musica tra “Oriente e Occidente” scandiranno il concerto di mercoledì 22 aprile, con lo speciale omaggio alla compositrice turca Nazife Güran in collaborazione con Istanbul Üniversitesi. In programma un ricco repertorio di musiche di Nazife Güran, Renan Koen, Muammer Sun, Aydın Karlıbel e İlke Karcılıoğlu eseguite dalla soprano Şebnem Ünal, accompagnata al pianoforte da Silvano Zabeo. A chiudere il ciclo di concerti per la stagione inverno-primavera 2015 sarà, mercoledì 29 aprile, la pianista Letizia Michielon, con una sua originale composizione dedicata a Luigi Nono “l’infinito sorriso delle onde..” e con partiture scelte di Chopin.

Commenti (0)
Comment