Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Al via i lavori di ristrutturazione

Attualità
18 marzo 2015

Trieste, nuovo look per piazza Ponterosso

di Rosanna Ferfoglia
Quasi due milioni di euro per un intervento che durerà 300 giorni. Ecco i dettagli del progetto.
CONDIVIDI
9330
Iniziati i lavori in piazza Ponterosso (ph. Comune di Trieste)
Attualità
18 marzo 2015 di Rosanna Ferfoglia

“Buon lavoro all'impresa. Mi auguro che faccia presto e bene in uno degli squarci più belli della nostra città”. Così il sindaco di Trieste Roberto Cosolini che, assieme all'assessore ai Lavori Pubblici Andrea Dapretto, si è recato stamane in piazza Ponterosso alla partenza dei lavori di riqualificazione.

“Questa è una giornata di festa – gli ha fatto eco l'assessore Dapretto – in cui stracciamo idealmente il manifesto del patto di stabilità  e ringrazio tutti i tecnici e i dirigenti che hanno contribuito alla realizzazione di questo importante cantiere nella sede che ha visto nascere la Trieste Emporiale di grande valenza simbolica per tutti noi”.

Il progetto di riqualificazione di Piazza Ponterosso, che ha la finalità di rivalorizzare una delle più importanti piazze della città anche in chiave di attrattività turistica, prevede la realizzazione di un disegno di pavimentazione semplice che, partendo dall’asse baricentrico di via Roma, si estende senza soluzione di continuità fino ai marciapiedi perimetrali della piazza.

Il disegno, realizzato con masegni di recupero nell’area più monumentale della piazza circostante la fontana e in lastre nuove di arenaria nell’altra area, prevede una tipologia di posa “a correre” con larghezza media dei corsi fino a 50 cm. I marciapiedi posti alla base dei due edifici perimetrali verranno riproposti nella forma ma realizzati entrambi in lastre di pietra arenaria nuova, in modo da garantire adeguate condizioni di accessibilità e facilità di deambulazione per persone a ridotte capacità motorie.

Le sedi viarie preesistenti, adiacenti i marciapiedi perimetrali, verranno riproposte sia come disegno a terra che nella modalità di posa del materiale lapideo, come rilevate in sede di sondaggio.

In particolare, la pietra nuova da impiegare viene proposta con una finitura fiammata, già usata in tutti i recenti interventi di ripavimentazione di aree di pregio nel centro storico cittadino (Piazze Unità, Verdi, Borsa) nonché “burattata”. Un'idea architettonica che viene impreziosita dalla riproposizione di dettagli e particolari costruttivi presenti nell’antica pavimentazione.

Un elemento di novità caratterizzante il progetto è l’impianto di un filare di 7 alberature della specie “acer campestre”.  Una scelta che trova origine nell’utilizzo futuro della piazza che prevede la creazione di un mercato stabile sul rialzo lato “banca” di Piazza Ponterosso. Per valorizzare questo spazio e favorirne l’utilizzo da parte dei cittadini, verificata la sua esposizione al sole, che lo investe dal lato di levante durante tutta la mattinata, si è ritenuto opportuno ombreggiarlo con uno schermo vegetale stagionale.

Per quanto riguarda i bagni pubblici attualmente esistenti sul rialzo lato “banca” della Piazza, si prevede la loro conservazione intervenendo esclusivamente con lavori di sistemazione delle parti in superficie con la sostituzione dell’attuale ringhiera  realizzata in ghisa, e rifacimento del cordolo in cemento armato posto a base della stessa.

Dal punto di vista della viabilità, il progetto propone una riorganizzazione di via Genova prevedendo la realizzazione di due “aree multifunzionali” adiacenti i marciapiedi ma altimetricamente differenziate dagli stessi e dalla sede carrabile, su cui poter realizzare, a seconda delle necessità contingenti, occupazioni di suolo pubblico temporanee in vicinanza degli esercizi commerciali presenti in zona o collocare aree di sosta riservate a particolari categorie di veicoli.  Per queste aree multifunzionali si propone una pavimentazione omogenea nel materiale a quella prevista per i marciapiedi in lastre di pietra arenaria.

Per garantire la massima fruibilità degli spazi ai pedoni in transito, è previsto l’alloggiamento di griglie metalliche all’interno delle conche  riservate agli alberi. Elementi che saranno dotati di dispositivi verticali para-tronco, necessari a garantire la stabilità degli alberi nella delicata fase di attecchimento, tenuto conto soprattutto della particolare esposizione dell’area al vento di Bora.

Le due fontanelle in calcestruzzo attualmente ubicate nell’area lato “fontana” saranno demolite in quanto funzionali al mercato che verrà trasferito sul lato opposto della piazza.         È prevista inoltre la predisposizione impiantistica per l’installazione di future fontanelle sul rialzo lato “banca” in prossimità dei gabinetti pubblici, le cui caratteristiche tipologiche saranno decise in una fase successiva congiuntamente alle strutture fisse del mercato.

Riguardo all'illuminazione pubblica di Piazza Ponterosso, attualmente l’area è servita da 4 lampioni monumentali a 5 fuochi sui rialzi centrali in adiacenza a via Roma, e da  4 pali decorativi a una lanterna vicini agli edifici. Si è scelto il mantenimento dell’impianto esistente prevedendo un’integrazione dello stesso con un’illuminazione d’accento di alcuni elementi architettonici presenti nell’area oggetto di intervento.

Tenuto conto dell’effetto ambientale desiderato, si prevede un’illuminazione d’accento dall’alto della fontana monumentale mediante proiettori di piccole dimensioni a luce bianca da installare sui vicini lampioni storici. Mentre, esternamente alle colonnine in pietra bianca poste in fregio alla fontana medesima, è prevista l’installazione a terra di un’illuminazione a led per accentuare dal basso la presenza dell'elemento monumentale.

Infine, sul rialzo del lato “banca”, al fine di creare un guida visiva a terra per i pedoni in transito lungo la via Roma e di evidenziare anche in orario notturno la presenza del filare di alberature con conseguente effetto scenico di tale elemento sul contesto circostante, si prevede l’installazione di coppie di proiettori all’interno delle griglie metalliche poste alla base degli alberi.

La spesa complessiva per la realizzazione dell’opera ammonta a 1.865.000 euro. Il tempo previsto per l’esecuzione dei lavori proposti è di 300 giorni naturali, successivi e continuativi.

Commenti (0)
Comment