Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Mercoledì 8 aprile al Teatro Nuovo

Cultura e Spettacolo
01 aprile 2015

A Udine il meglio della musica gitana

a cura della redazione
In occasione della Giornata Mondiale dei Rom e Sinti unico concerto italiano dell'Hungarian Gypsy Shymphony Orchestra.
CONDIVIDI
9585
La Hungarian Gypsy Shymphony Orchestra (ph. Azalea Promotion)
Cultura e Spettacolo
01 aprile 2015 della redazione

L'8 aprile si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale dei Rom e dei Sinti, istituita in ricordo di quel giorno del 1971, quando a Londra si costituì la Romani Union, la prima associazione mondiale dei Rom, riconosciuta poi dall'ONU nel 1979. Una ricorrenza che sarà festeggiata anche in questo 2015 in tutto il mondo e in molte città italiane con conferenze, dibattiti, proiezioni, concerti, e un incontro speciale a Montecitorio, dove la Presidente della Camera, Laura Boldrini, riceverà una delegazione di ragazzi Rom. La giornata vedrà anche a Udine un grande evento musicale, quello con protagonista una fra le più importanti orchestre del nostro tempo, l’Hungarian Gypsy Shymphony Orchestra, che si esibirà al Teatro Nuovo Giovanni da Udine alle ore 21, per un unico straordinario concerto italiano.

Una serata di festa in compagnia della migliore tradizione musicale gypsy, che permetterà di riflettere anche su temi più che mai attuali come quelli dell’integrazione e della multiculturalità. La musica diviene in questo senso uno strumento straordinario per veicolare un messaggio positivo, affidato alla bravura e preparazione di una delle orchestre più importanti al mondo. Sul palco di Udine l’Hungarian Gypsy Symphony Orchestra proporrà uno spettacolo travolgente, reso tale da un repertorio incalzante che mescola musiche della migliore tradizione gitana di grandi violinisti e compositori come Grigoras Dinicu e Ferenc Erkel, per spaziare poi al repertorio ungherese e yiddish e ai grandi compositori classici come Johannes Brahms, Jacques Offenbach, Pablo de Sarasate, Johann Strauss padre e figlio, Peter Tchaikovsky, tutti magistralmente interpretati sul palco dai quasi 100 musicisti gitani. Violini, violoncelli, contrabbassi, cembali, clarinetti e zibaldom, tutti uniti per trasmettere allo spettatore l'energia di un popolo che ha scelto la musica come linguaggio universale. Particolare non da poco è che tutto il repertorio viene suonato a memoria, senza l’ausilio di alcuno spartito, fatto che contribuisce a rendere i concerti di questa orchestra degli eventi musicali dal fascino assoluto.

Il concerto dell’Hungarian Gypsy Symphony Orchestra è organizzato dal Teatro Nuovo Giovanni da Udine e Azalea Promotion, in collaborazione con la Regione, il Comune di Udine e l’Associazione Altramusica. I biglietti per lo spettacolo sono ancora disponibili online su Ticketone, nei punti autorizzati e alle biglietterie del teatro. Coloro i quali avranno acquistato il biglietto per la Hungarian Gypsy Symphony Orchestra potranno inoltre usufruire del biglietto ridotto per lo spettacolo “Open For Everything” di Constanza Macras (17-18 aprile ore 20.45, sempre al Teatro Nuovo Giovanni da Udine).

Info: www.azalea.it

Commenti (0)
Comment