Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Adesione al progetto nazionale "RAEE@Scuola"

Attualità
13 aprile 2015

Giovani e ambiente, Trieste in prima fila

di Rosanna Ferfoglia
Coinvolti oltre mille allievi di quattordici scuole primarie della città.
CONDIVIDI
9692
La presentazione del progetto in Comune a Trieste (ph. Comune di Trieste)
Attualità
13 aprile 2015 di Rosanna Ferfoglia

Anche  il Comune di Trieste ha aderito alla terza edizione del progetto “RAEE Scuola” assieme a circa 60 comuni che quest'anno partecipano alla terza edizione di un'iniziativa nazionale di comunicazione e sensibilizzazione sulla corretta gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, detta RAEE appunto.

Il progetto che a Trieste conterà sulla partecipazione di 1.019 bambini delle classi quarte e quinte di 14 scuole primarie cittadine, oltre alle rispettive famiglie, è promosso dall'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI)  e dal Centro di Coordinamento Raee (CdC RaEE), con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, a cura di Ancitel Energia e Ambiente.

Stamane è avvenuta la presentazione ufficiale del progetto da parte degli assessori comunali all'Educazione, Scuola, Università e Ricerca Antonella Grim e all'Ambiente Umberto Laureni assieme a Elena Canna per Ancitel, Divisione Ambiente. Presenti anche alcuni dirigenti scolastici degli Istituti comprensivi partecipanti, tra cui Maijan Kravos (Istituto San Giacomo), Gianfranco Angeli (Istituto Campi Elisi), Pietro Russian (Istituto Weiss), Marina Reppini (Istituto Svevo), Piera Pistis (Istituto Beata Vergine).

I bambini  e gli insegnanti saranno invitati a portare da casa i propri “piccoli RAEE” (PAED, la tipologia di RAEE più difficilmente intercettabile) che verranno raccolti  in appositi contenitori posizionati all’interno delle scuole; i RAEE verranno poi ritirati dagli addetti del servizio igiene urbana, che si occuperanno della gestione trasportandoli al centro di raccolta comunale.

Testimonial d’eccezione del progetto è uno dei personaggi del mondo dello spettacolo più amato da grandi e bambini: Baz, il comico della trasmissione Colorado, entrato recentemente fra i dieci personaggi con più fan su Facebook. Oltre ad apparire su tutto il materiale informativo che verrà distribuito alle scuole, Baz ha già realizzato tre filmati a sostegno dell’iniziativa, visibili sul sito del progetto (www.raeescuola.it) o tramite Youtube.

Le attività, che si protrarranno per tre settimane, termineranno il 4 maggio, coinvolgendo tutti i bambini delle scuole aderenti.

Sempre a maggio si terrà una conferenza stampa nazionale conclusiva del progetto in cui saranno presentati i risultati dell'iniziativa e saranno quindi premiati i 6 bambini del concorso creativo web. La consegna dei premi avrà luogo a giugno: in ogni comune, le scuole classificate ai primi tre posti che avranno raccolto il maggior numero di PAED (Piccoli Apparecchi Elettronici Domestici) in proporzione al numero totale di alunni della scuola riceveranno un premio: 1° classificato, 12 scatole di carta (60 risme), 2° classificato, 6 scatole (30 risme) e 3° classificato, 4 scatole (20 risme).

Commenti (0)
Comment