Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Dal 23 al 28 settembre

Cultura e Spettacolo
05 giugno 2015

Cinema, ritorna il Cervignano Film Festival

a cura della redazione
Pubblicato il bando della terza edizione del concorso internazionale per cortometraggi. Con ricordi speciali di Giuseppe Zigaina e Costantino Dardi.
CONDIVIDI
10224
La cantante Alice (in centro) mentre riceve il premio Michel Gondry alla carriera durante la passata edizione del CFF. Con lei sul palco il musicista Mario Mariani e la presentatrice Laura Furlan (ph. Cervignano Film Festival)
Cultura e Spettacolo
05 giugno 2015 della redazione

Dopo il successo delle due precedenti edizioni, ritorna dal 23 al 27 settembre 2015 il Cervignano Film Festival – Il cinema del confine e del limite. Organizzato dal Ricreatorio San Michele, con la collaborazione del Comune di Cervignano, il Festival si articola in tre sezioni principali: cortometraggi, documentari e videoclip musicali. Una contaminazione dei linguaggi che ha trovato puntuale consacrazione nella conquista del Cervo d’oro, rispettivamente nel 2013 e nel 2014, da parte de I morti di Alos (Daniele Atzeni) e America (Alessandro Stevanon), non a caso due mockumentary, opere a cavallo fra finzione e linguaggio documentario.

A questa ibridazione delle forme espressive il Festival dedica non solo il vero e proprio concorso, ma anche il suo intero programma, attraverso proiezioni speciali, tavole rotonde, laboratori ed eventi collaterali incentrati su un tema comune. Nel 2013 si è parlato di ‘cinema e filosofia’, argomento che ha portato a Cervignano, per un memorabile dibattito, uno dei più importanti filosofi italiani, Umberto Curi, e il docente di estetica Damiano Cantone, esperto di Hitchcock e Cronenberg. Nel 2014 è stata la volta di ‘cinema e musica’, un connubio magistralmente interpretato dalla figura di Mario Mariani, pianista e compositore che ha dato spettacolo in un concerto-evento dedicato al mondo delle colonne sonore. Quest’anno il fil-rouge del Festival sarà invece ‘cinema e arte’, con un focus ancora più legato al territorio: saranno infatti ricordati i cervignanesi Giuseppe Zigaina, recentemente scomparso, grande pittore e amico fraterno di Pier Paolo Pasolini, e Costantino Dardi, uno dei massimi architetti italiani del Novecento, collaboratore del regista Peter Greenaway per le scenografie del suo capolavoro Il ventre dell’architetto. Sarà proprio quest’ultimo il film che aprirà la kermesse nella serata inaugurale di mercoledì 23 settembre.

La sezione dei videoclip – premio Michel Gondry quest’anno sarà coordinata da Francesco Contadini, musicista cervignanese e fondatore della scuola di musica Supersonic.

Confermata la Sezione dedicata a prodotti audiovisivi realizzati dagli istituti scolastici sparsi su tutto il territorio nazionale: una rassegna per giovani cineasti in erba, le cui opere saranno giudicate da una speciale giuria di docenti e studenti presieduta dalla professoressa Loredana Marano. Confermata, infine, l’ormai tradizionale finestra dedicata al cinema targato FVG, con un premio per il miglior cortometraggio o documentario realizzato da un regista nato in Friuli Venezia Giulia.

Si annuncia infine un passaggio di consegne. L’edizione 2015 sarà l’ultima sotto la direzione artistica di Piero Tomaselli, regista, sceneggiatore e docente di cinema, che già da quest’anno viene affiancato da Vanni Veronesi, editor, collaboratore per varie riviste e già selezionatore nelle scorse edizioni.

Chi desidera iscriversi al festival, potrà inviare la propria opera entro il 17 luglio. Per tutti i dettagli è possibile consultare il sito www.cervignanofilmfestival.it

Commenti (0)
Comment