Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Per il concerto del 13 novembre

Cultura e Spettacolo
30 giugno 2015

Gli Scorpions scelgono il metal made in Trieste

a cura della redazione
I triestini "Rhapsody of Fire" saranno gli special guests dell'unica tappa nel Nordest della band statunitense.
CONDIVIDI
10438
I Rhapsody of Fire (ph. Azalea Promotion)
Cultura e Spettacolo
30 giugno 2015 della redazione

I triestini Rhapsody of Fire, tra i più autorevoli gruppi symphonic power metal italiani degli anni ’90, autentico riferimento della scena internazionale di questo genere, tanto da vantare mezzo milione di seguaci su Facebook e centinaia di migliaia di fan sparsi in tutto il mondo, saranno lo special guest in apertura del concerto degli Scorpions a Trieste, unico live della band nel Nordest Italia, un evento nell’evento, in programma venerdì 13 novembre al PalaTrieste.

Un nome di livello mondiale che i fan di certo gradiranno, anche perché la storia dei Rhapsody of Fire ha inizio proprio a Trieste dall’incontro tra il chitarrista Luca Turilli e il tastierista Alex Staropoli, che formarono la band nei primi anni ’90, prima con il nome di Thundercross, poi con quello di Rhapsody e infine con quello definitivo di Rhapsody of Fire. Lo stile della band trova la sua principale influenza dalla musica classica barocca, dal metal neoclassico, dalla musica medievale e dal folk. Dopo i primi Ep il successo arriva nel 1997 con l’album “Legendary Tales”, disco neoclassic metal con orchestrazioni di chiara ispirazione classica e barocca, in un mix unico nel suo genere, mai ascoltato prima. Il successo del primo album diventa consacrazione con il secondo “Symphony of Enchanted Lands”. Con il passare degli anni e dei dischi (ben 6 in 7 anni, per un totale di oltre un milione di copie vendute), il gruppo continua la sua ricerca formale volta ad ottenere la miglior fusione possibile tra musica metal e classica e a realizzare una sorta di colonna sonora per le gesta raccontate attraverso i testi. La band è attualmente al lavoro sul nuovo album, che uscirà nei prossimi mesi e che segue l’ultimo “Dark Wings of Steel” del 2013. 

Commenti (0)
Comment