Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Il chitarrista Andrea Rigonat giudicherà i migliori videoclip

Cultura e Spettacolo
23 luglio 2015

Da The Kolors al Cervignano Film Festival

a cura della redazione
Assieme al giornalista Nicola Cossar e al regista Carlo Zoratti il musicista che ha seguito i vincitori di "Amici" valuterà le opere in gara.
CONDIVIDI
10654
Cultura e Spettacolo
23 luglio 2015 della redazione

Sarà Nicola Cossar, giornalista di lungo corso, firma di punta nel settore della critica musicale regionale e direttore del rinomato Folkest, a presiedere la giuria videoclip – Premio Michel Gondry del Cervignano Film Festival 2015, che si svolgerà nel capoluogo della Bassa friulana dal 23 al 27 settembre. Cossar sarà affiancato dal musicista Andrea Rigonat, arrangiatore, chitarrista e produttore di Elisa, con la quale ha pure lavorato ad Amici di Maria De Filippi seguendo i The Kolors, risultati i vincitori del talent; il suo curriculum, oltre allo stabile sodalizio artistico con la cantante monfalconese, vanta collaborazioni con Laura Pausini, Tiziano Ferro e Francesca Michielin e una importante partecipazione per la colonna sonora del film di Roberto Faenza Un giorno questo dolore ti sarà utile. A chiudere il trio sarà una stella dell’audiovisivo regionale: Carlo Zoratti, noto al grande pubblico per il film The Special Need, autore di numerosi videoclip, fondatore della webtv musicale Pronti al Peggio, nonché regista live e creatore dei visual per gli ultimi tour di Jovanotti. 

Tre nomi di assoluto prestigio, così come per la giuria della sezione cortometraggi e documentari: il regista Ivan Gergolet e i critici Anna Antonini e Giorgio Placereani

Ma in queste ore l’attenzione è puntata proprio verso il Premio Michel Gondry, affidato alla direzione del musicista Francesco Contadini, triestino ma cervignanese d’adozione, autore di importanti remix per i grandi della musica italiana (da Jovanotti a Marco Mengoni, da Zucchero a Nek) e fondatore della scuola di musica Supersonic: sono pochissimi, infatti, i concorsi riservati ai videoclip musicali e questa unicità potrà essere la carta vincente per lo sviluppo futuro del Festival, giunta alla terza edizione dopo due annate baciate da un successo al di là delle previsioni.

La rassegna, organizzata dal Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele con il patrocinio e il sostegno del Comune di Cervignano del Friuli, nasce dalla volontà di supportare la creatività giovanile con l’intento di valorizzare, promuovere e divulgare i formati “minori” e ibridati della narrazione audiovisiva e cinematografica come forme espressive particolarmente efficaci e attuali a livello mediatico, sociale e culturale. 

A questa ibridazione delle forme espressive il CFF dedica non solo la vera e propria gara, ma anche il suo intero programma, attraverso proiezioni speciali, tavole rotonde, laboratori ed eventi collaterali incentrati su un tema comune, che quest’anno sarà il rapporto fra il cinema e l’arte. In questo contesto verrà riservata una serata speciale al film di Peter Greenaway Il ventre dell’architetto, alle cui scenografie lavorò il cervignanese Costantino Dardi, uno dei massimi architetti italiani del Novecento. Al rapporto fra cinema e arte saranno anche dedicati i matinée cinematografici per le scuole di Cervignano, con un focus particolare sul maestro dell’animazione Hayao Miyazaki; saranno proiettati Laputa – Castello nel cieloPorco rosso e Si alza il vento, dei quali la presidente di giuria Anna Antonini curerà le presentazioni per gli studenti.

L’organizzazione del Festival, inoltre, è lieta di presentare nuovamente la Sezione dedicata a prodotti audiovisivi realizzati dagli istituti scolastici sparsi su tutto il territorio nazionale: una rassegna per giovani cineasti in erba, le cui opere saranno giudicate da una speciale giuria di docenti e studenti presieduta dalla professoressa Loredana Marano. Confermata, infine, l’ormai tradizionale finestra dedicata al cinema targato FVG, con un premio per il miglior cortometraggio o documentario realizzato da un regista nato in Friuli Venezia Giulia.

Nel frattempo, prosegue il flusso di opere in arrivo da tutto il mondo: per cortometraggi e documentari c'è tempo fino al 31 luglio, mentre per i videoclip il bando è prorogato fino al 17 agosto. Info: www.cervignanofilmfestival.it

Commenti (0)
Comment