Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Alpe Adria Trail 2016-2018

Turismo
29 gennaio 2016

Da Lubiana il rilancio del turismo transfrontaliero

a cura della redazione
FVG, Carinzia e Slovenia confermano l'accordo di cooperazione per la valorizzare il sentiero che dal Großglockner giunge fino a Muggia.
CONDIVIDI
12708
Da sinistra: Christian Kresse, Maja Pak e Marco Tullio Petrangelo (ph. PromoTurismo FVG)
Turismo
29 gennaio 2016 della redazione

Firmato l’accordo di cooperazione Alpe Adria Trail 2016-2018 sottoscritto a Lubiana, in occasione della fiera Natour Alpe Adria, dai tre partner del progetto Austria, Slovenia e Friuli Venezia Giulia, rappresentati da Eva Štravs Podlogar, direttore del Consiglio del Turismo e Internazionalizzazione del Ministero sloveno dello sviluppo economico e della Tecnologia e dall’Amministratrice di I feel Slovenia (Ente Turismo sloveno) Maja Pak, dall’amministratore di Kärtnen Werbung (Ente Turismo Carinziano), Christian Kresse, e dal direttore generale di PromoturismoFVG, Marco Tullio Petrangelo.

La collaborazione con gli enti turistici Kärtnen Werbung-Austria e Spirit Slovenia, attivata già nel 2012 attraverso un progetto Interreg del quale l’Agenzia TurismoFVG era Lead Partner, ha condotto le tre Nazioni alla definizione dell’ALPE ADRIA TRAIL, un sentiero a lunga e facile percorrenza che dai piedi del Großglockner giunge fino a Muggia sul Mar Adriatico, passando in Friuli Venezia Giulia per Tarvisio, le Valli del Natisone, Cividale del Friuli, Cormòns e Duino. Il sentiero, lungo complessivamente 750 km, è costituito da 43 tappe, ciascuna di 20 km, e attraversa regioni speciali, ricche di tradizione, storia e paesaggi naturalistici unici nel loro genere delle tre nazioni: Austria, Slovenia e Italia. La continuazione di questa collaborazione al di fuori del programma Interreg si basa sui buoni risultati ottenuti fino a oggi e sui relativi importanti interessi turistici dei partner locali e regionali lungo il percorso.

Commenti (0)
Comment