Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Premio "Donne per lo sport"

Sport
13 aprile 2016

La squadra prima delle vittorie

di Loredana Marano
In collaborazione con la Unesco Cities Marathon, l’associazione “Fare Donna FVG” promuove un riconoscimento speciale per l’universo sportivo femminile
CONDIVIDI
13771
(ph. Foto Petrussi - Unesco Cities Marathon)
Sport
13 aprile 2016 di Loredana Marano

Si concluderà venerdì 15 aprile a partire dalle ore 18 presso il Teatro Pasolini di Cervignano, la seconda edizione del Premio “Donne per lo sport” che l’Associazione “Fare-Donna Fvg” ha organizzato in collaborazione con la Unesco Cities Marathon, contestualmente alla conferenza stampa di chiusura della Maratona Aquileia-Palmanova-Cividale.

“Fare Donna Fvg” è un’associazione che ha sede proprio a Cervignano e che si distingue per aver scelto ‘il fare’ quale radice del pensiero che sorregge l’ideazione e l’organizzazione del gruppo. Ciò significa che Fare Donna FVG si propone di risolvere i problemi o di affrontarli per tappe, partendo da angolazioni diverse da quelle usualmente esperite, e guarda con particolare attenzione alla cura degli altri, all’ambiente sanitario, alle problematiche sociali, allo sport, al lavoro.

Il ‘fare’ rimanda alla responsabilità di cittadine attente alla società civile e proiettate verso impegno e consapevolezza da trasmettere ai fi gli. Il sito http://faredonna.altervista.org raccoglie le iniziative portate a termine dal 2012.

In questo quadro il Premio “Donne per lo sport” si pone come iniziativa a favore della diffusione dello sport attraverso il riconoscimento del valore delle atlete e delle donne che con passione, tenacia e sacrificio elevano il valore sportivo a riferimento del tessuto sociale e aggregativo della comunità di appartenenza, e che durante l’anno si sono distinte nei vari ambiti.

Il Premio, nato nel 2012, sostenuto allora dall’Assessorato allo Sport della Regione Fvg e dal Coni regionale, si era concluso il 1 dicembre 2012 presso l’Auditorium di Pordenone con grande partecipazione di pubblico e di candidate. Si è voluto riproporlo per il significato sotteso e l’alto valore civile: premiare le capacità agonistiche, riconoscere l’impegno, sottolineare i valori connessi allo sport, quali la conoscenza del sé e del proprio corpo, l’aggregazione e la coesione sociale, l’educazione al rispetto dell’avversario, allo spirito di squadra, alla lealtà, al riconoscimento delle regole comuni, significa puntare a obiettivi a lungo termine.

Un’occasione per essere uniti, per applaudire le atlete di tutte le specialità olimpiche, per premiare le donne che lavorano dietro le quinte e che permettono alle giovani di allenarsi e di sviluppare i propri talenti. Perché la squadra è importante, non solo la vittoria.

Commenti (0)
Comment