Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Tra sold out e prime mondiali

Cultura e Spettacolo
07 giugno 2016

Udin&Jazz a caccia di record

a cura della redazione
Il 15 giugno parte da Cervignano la 26^ edizione del festival musicale. Attesa per il duo Fresu-Sosa e per il talento tunisino Dhafer Youssef
CONDIVIDI
14652
Dhafer Youssef (ph. Euritmica)
Cultura e Spettacolo
07 giugno 2016 della redazione

Scalda i motori la 26° edizione di Udine&Jazz in programma a Udine dal 15 al 28 giugno con decine di eventi musicali, incontri e presentazioni. Un calendario che include i concerti dei più grandi esponenti della scena internazionale del genere, assieme alle più interessanti proposte provenienti dal territorio. Oltre ai pezzi da novanta Pat Metheny e Ezio Bosso, per i quali si avvicina il sold out, sono infatti molti gli appuntamenti da segnalare.

C’è grandissima attesa per la prima mondiale del nuovo spettacolo di Paolo Fresu e Omar Sosa con il nuovo progetto live dal titolo “Eros”, che debutta a Udine a quattro anni dal successo mondiale di “Alma”. Sul palco del Teatro Nuovo Giovanni da Udine, venerdì 17 giugno alle 21, Fresu e Sosa proporranno un avvincente mix di jazz, musica cubana, africana e world music, creato da questi due sensazionali artisti, fra suoni acustici ed elettronica. Lo spettacolo “Eros” segue la pubblicazione dell’omonimo album, un lavoro profondo e coerente arricchito con la nobile presenza del violoncellista brasiliano Jaques Morelenbaum, della cantante magrebina Natacha Atlas e corroborato in alcuni momenti dal quartetto d'archi Alborada.

Il legame con la terrà, la grande spiritualità e il forte carattere etnico di “Eros” rappresentano l’ideale filo conduttore che lega questo ad un altro atteso appuntamento, quello con il talento e le evoluzioni vocali uniche al mondo di Dhafer Youssef. Le radici della sua musica affondano nella tradizione Sufi e nella musica mistica, tuttavia egli è sempre stato aperto alla musica di altre culture ed al jazz. Dhafer Yussef costituisce una delle espressioni più importanti sulla scena musicale attraverso il suono dell'oud, il liuto arabo, dal quale riesce a trarre composizioni complesse improntate alla tradizione maghrebina. Con lo spettacolo “Birds Requiem” l’artista incanterà il Teatro Palamostre il 23 giugno (ore 21), per uno degli appuntamenti più attesi di questa edizione.

A completare un calendario di grande livello saranno poi altri grandi della scena jazz nazionale e internazionale come Giorgio Pacorig e Zeno De Rossi, Antonio Onorato e Joe Amoruso, e ancora Soweto Kinch, Francesco Bearzatti, Silvia Bolognesi, il trio Reijseger, Fraanje e Sylla, Zlatko Kaucic con Stefano Battaglia e Paolino Dalla Porta, Marco Restucci e Dario Carnovale, tra i tanti. Protagoniste anche le grandi orchestre come la neonata Udin&Jazz Big Band e la Grande Orchestra Jazz “Città di Udine” che festeggia il suo cinquantennale.

Un calendario che vedrà la sua partenza mercoledì 15 giugno, come da tradizione, dal Teatro Pasolini di Cervignano del Friuli, con lo spettacolo “Musica per gli Occhi” di Daniele Sepe, che raccoglie alcune delle più belle musiche della storia del cinema italiano e straniero. La rassegna si sposterà poi nei giorni successivi a Udine, interessando diverse splendide location del centro come la Corte di Palazzo Morpungo, Piazza Matteotti e il Castello, oltre ai principali teatri cittadini. Tutte le informazioni e il calendario completo sul sito www.euritmica.it.

Commenti (0)
Comment