Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentato "Nei Suoni dei Luoghi"

Cultura e Spettacolo
28 giugno 2016

I talenti della musica si incontrano in FVG

di Sarah Salzano
Dall'8 luglio al 28 dicembre in tutte le province della regione si esibiranno 104 artisti provenienti da 12 Paesi. Tappe anche in Veneto e Slovenia
CONDIVIDI
14881
La conferenza stampa di presentazione del festival 2016 (ph. Studio Sandrinelli)
Cultura e Spettacolo
28 giugno 2016 di Sarah Salzano

Udine, Trieste, Castelfranco Veneto, Salisburgo, Lubiana, Zagabria, Banja Luka, Belgrado, Cetinje, Tirana. Un viaggio musicale, un itinerario di più di tremila chilometri, per audizioni all'insegna dello scouting di nuovi talenti musicali. Il Festival Musicale Internazionale Nei Suoni dei Luoghi, realizzato sotto la regia dell'Associazione Progetto Musica e grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, delle Banche di Credito Cooperativo del FVG e con il sostegno di molte Amministrazioni comunali della nostra regione, delle Fondazioni CRUP e CARIGO, è questo e molte altre cose: un termometro del gusto delle nuove generazioni di questo pezzo di continente europeo, un arricchimento dell'offerta culturale dei comuni del Friuli Venezia Giulia, del Veneto con qualche sconfinamento in Slovenia, un esempio di rete di istituzioni che collaborano attivamente per obiettivi comuni, un palcoscenico per artisti di primo piano del mondo concertistico, un modo per godere delle sere d'estate in luoghi suggestivi o scenografici del Fvg. Una kermesse, che quest'anno raggiunge la sua 18esima edizione, di 34 concerti e altrettanti luoghi del cuore, per conoscere il proprio territorio e il patrimonio inestimabile della musica occidentale.

Nei Suoni dei Luoghi dall'8 luglio al 28 dicembre, toccherà tutte e quattro le province del Friuli Venezia Giulia, con la partecipazione di 34 Comuni (dei quali uno in Veneto e due in Slovenia) che hanno sottoscritto il Protocollo d'intesa con capofila il Comune di Udine e coinvolgerà 104 artisti provenienti da 12 paesi.

Il viaggio quest'anno parte da Aquileia (Piazza Capitolo e in caso di maltempo nella Sala Romana) venerdì 8 luglio alle ore 20.45 con il Gruppo Musica Contemporanea Steffani. Folk Songs, il loro progetto, nato intorno al docente Luciano Berio.

Seguirà a breve distanza, domenica 10 luglio alle ore 21 a Udine al Piazzale del Castello (in caso di maltempo al teatro Palamostre, piazzale Diacono, con inizio alle ore 19.30) il concerto del percussionista Simone Rubino, trionfatore dell’ARD di Monaco del 2014 e primo italiano nella storia a vincere questo concorso internazionale. 

È Enrico Bronzi, al suo secondo anno di direzione artistica di Nei Suoni dei Luoghi, ad addentrarsi nel programma musicale, ricordando che questo festival è prima di tutto la vetrina dei migliori giovani musicisti del vasto territorio che va dal Veneto ai Balcani: «Ai giovani straordinari che animano i conservatori e le accademie musicali si aggiungono alcuni importanti protagonisti della "classica": Simone Rubino, autentica stella delle percussioni; la violinista svizzera Esther Hoppe; William Coleman, del celebre Quartetto Kuss; il Trio di Parma; Alessandro Taverna, astro nascente del panorama pianistico italiano e fresco del debutto alla Scala di Milano, il duo Turrin-Baldini».

Info e calendario completo su: www.neisuonideiluoghi.it

Commenti (0)
Comment