Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Durante il Camp per ospiti disabili

Attualità
30 agosto 2016

Ad Ancarano vertice internazionale del Rotary

di Mattia Assandri
Presenti i rappresentanti di FVG, Austria, Slovenia e Croazia: "Fondamentale la cooperazione tra tutti i soggetti"
CONDIVIDI
15534
Da sinistra: Alberto Calmieri, Lorenzo Capaldo, Andreja Rihter, Joze Zadravec e Goran Radic (ph. M. Assandri)
Attualità
30 agosto 2016 di Mattia Assandri

Passaggio di consegne all’insegna della collaborazione internazionale per il Rotary Camp Ancarano 2016, alla presenza dei governatori dei distretti rotariani dell’Italia Nord-orientale, della Slovenia, della Croazia e del rappresentante del distretto austriaco.

I volontari del Rotary Club Muggia e quelli del Rotary Club Capodistria si sono avvicendati nel Centro Marino della Croce Rossa Slovenia di Punta Grossa - Debelj Rtic (in prossimità dell’ex valico confinario di Lazzaretto) per proseguire il Camp fino a lunedì 5 settembre. Anche  questa settimana gli ospiti disabili, oltre a seguire un programma terapeutico con attività riabilitative (ginnastica, lezioni di nuoto, sedute di fisioterapia in acqua), potranno vivere esperienze nuove tra la quali musica, pittura e altri momenti d’intrattenimento.

I vertici dei distretti rotariani hanno rimarcato l’importanza di sostenere e ampliare questo evento umanitario, organizzato dal Rotary Club Muggia e dal Rotary Club Koper/Capodistria, con il supporto dei Rotary Club Trieste e Trieste Nord e la collaborazione di RotarAct, Round Table 9 Trieste, Panathlon Club Trieste e della Croce Rossa Slovenia.

“Dobbiamo condividere i progetti attuati tra più club. Senza condivisione - ha dichiarato il Governatore del Distretto 2060, Alberto Palmieri - non c’è futuro per alcuna iniziativa, perché la forza del Rotary si basa proprio sul superamento delle barriere”.

Concorde il Governatore del distretto 1912 (comprendente la Slovenia), Joze Zadravec. “Il Rotary Camp Ancarano è un progetto molto importante - ha ribadito - sotto il profilo sociale e dobbiamo rimanere compatti per proseguire con questa iniziativa”.

Simile l’opinione di Goran Radic, Governatore del Distretto 1913 (comprendente la Croazia). “Il Camp è cresciuto di anno in anno - ha commentato - ed è ormai diventato una tradizione e questo è il terzo anno che i bambini croati vi partecipano. Sarà un piacere continuare a sostenere questo progetto straordinario e cercare di coinvolgere sempre più club”.

“Sono molto interessato a questo progetto internazionale - ha sottolineato Peter-Christian Herbrich, Past Governor del Distretto 1910 (comprendente l’Austria) - perché ho percepito la volontà di rendere questo evento ancora più internazionale, rafforzando la nostra collaborazione con il coinvolgimento di altri club austriaci”.

Intenti condivisi dal Presidente del Rotary Club Muggia, Lorenzo Capaldo, che ha spiegato come “la collaborazione non significa solo la condivisione di fondi, ma lavorare concretamente assieme, rafforzando ulteriormente la collaborazione instauratasi tra i club”. Un’intesa ribadita dalla Presidente del Rotary Club Capodistria/Koper, Andreja Rihter, la quale ha auspicato “che questo evento possa essere esteso a tutti i club dell’area istriana”.

Commenti (0)
Comment