Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Alberto Farina giovedì sera al Cervignano Film Festival

Cultura e Spettacolo
21 settembre 2016

Come rinasce un capolavoro

di Elisa Michellut
Il consulente di Rai Movie racconterà il recupero del montaggio originale nella versione director’s cut de “I cancelli del cielo” di Michael Cimino
CONDIVIDI
15813
Una scena de "I cancelli del cielo"
Cultura e Spettacolo
21 settembre 2016 di Elisa Michellut

Entra nel vivo l’edizione 2016 del Cervignano Film Festival, concorso internazionale di cortometraggi e videoclip organizzato dal Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele, in collaborazione con il Comune di Cervignano e con il contributo della Regione.

Il programma di giovedì 22 settembre è particolarmente ricco. Si comincerà alle 10, alla Casa della Musica, con la proiezione del film “L’esercito delle dodici scimmie”, di Terry Gilliam (1995), con presentazione dell’opera a cura di Anna Antonini, già docente di Didattica dell'immagine e della comunicazione alla facoltà di Scienze della comunicazione dell’Università di Trieste.

Dalle 16 alle 19, in Sala Aurora, proiezione di cortometraggi e documentari del concorso internazionale e della sezione dedicata ai film made in Friuli Venezia Giulia. Alle 21, in Sala Don Bosco, “Dall’inferno al paradiso”, serata di approfondimento sul capolavoro di Michael Cimino “I cancelli del cielo” (1980). Moderati dal caporedattore del Messaggero Veneto Paolo Mosanghini, si confronteranno il giovane regista pratese Andrea Caciagli, direttore della rivista culturale “L’Eco del nulla”, che da tempo collabora con il Cervignano Film Festival, e il consulente alla programmazione di Rai Movie Alberto Farina, storico del cinema e autore del recupero del montaggio originale nella versione director’s cut de “I cancelli del cielo” di Michael Cimino (1980), che sarà proiettata domenica 25 settembre, giornata di chiusura del festival, alle 20.30, al teatro Pasolini.

Parallelamente alla competizione saranno proposti incontri di approfondimento, seminari, matinée per le scuole, workshop, laboratori e tavole rotonde. Le 21 opere che parteciperanno al concorso internazionale per cortometraggi e documentari – scelte tra le oltre 300 che hanno partecipato alla selezione – provengono da Italia, Francia, Spagna, Estonia, Finlandia, Romania, Georgia, Polonia, Bulgaria, Iran, Zambia, Cina e Giappone. Saranno valutate da una giuria presieduta da Nicoletta Romeo, già coordinatrice della Settimana della Critica al Festival di Venezia, oggi nota produttrice cinematografica (l’abbiamo vista a Cannes con “L’ultima spiaggia”) e co-direttrice del Trieste Film Festival, il regista goriziano Cristian Natoli e Alberto Farina.

Commenti (0)
Comment