Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Alimentazione e stili di vita

Salute
15 settembre 2010

Mal di stomaco? Eliminate lo stress

di Patrizia Longo
Spesso i disturbi gastrici sono causati da uno stile di vita sotto pressione. Dall’alimentazione al riposo, alcuni consigli pratici per stare meglio. Anche facendosi coccolare.
CONDIVIDI
794
Salute
15 settembre 2010 di Patrizia Longo

Fastidiosi disturbi allo stomaco si verificano con sempre maggior frequenza tra le persone. La gastrite e l’ulcera, addirittura, rientrano nel gruppo delle patologie più diffuse. Le motivazioni possono essere svariate e, per questo motivo, è sempre necessario sottoporsi al controllo medico per avere una diagnosi corretta. È indubbio, tuttavia, che la medicina si interessi sempre più frequentemente anche agli effetti esterni di stress che in molti casi appaiono come fonte di fastidiosi disturbi che interessano questo viscere.

L’attività dello stomaco, infatti, si sviluppa anche senza aver mangiato: il sistema nervoso tramite il nervo vago invia stimoli al cervello che a sua volta dà ordine alla mucosa gastrica di produrre succhi acidi come in presenza di cibo. Le funzioni digestive avvengono autonomamente, ma possono essere squilibrate  da uno stato di iper-agitazione, stress e preoccupazione; in pratica è solo grazie ad un perfetto equilibrio psico-fisico che il nostro corpo funziona in modo regolare. Sempre più spesso invece la quotidianità ci sottopone a ritmi e problematiche che siamo costretti a sostenere anche se con estremo sforzo e difficoltà. Se questo avviene in modo sporadico ed occasionale ce la possiamo fare, siamo tutti in grado di sostenere senza grossi problemi un breve periodo di sforzo sia fisico che morale. Ognuno di noi possiede una dose di energie di riserva cui attingere per affrontare un periodo di maggior affaticamento. Ma se si approfitta troppo a lungo queste risorse si esauriscono.

Si accentuano allora i disturbi da stress ed il corpo ci invia svariati messaggi: ansia, insonnia, nervosismo... fino a giungere ai disturbi gastrici. Si può fare qualcosa prima?

Dobbiamo ricordarci sempre che il riposo notturno è senz’altro il mezzo primario che ha il nostro corpo per ricaricare le batterie, per riprendere le forze! Si deve considerare che a fine giornata una corretta valutazione di tutto ciò che siamo riusciti a fare ci deve soddisfare e non stressare. Pianificare gli impegni del giorno successivo prima di coricarsi può essere una buona abitudine per favorire un sonno più tranquillo con la serenità di aver organizzato il da farsi per l’indomani. Non si deve tuttavia dimenticare che se il sonno ricarica, una corretta alimentazione ci permette di avere il nutrimento necessario per essere operativi al meglio. Cibi sani, condimenti leggeri e bere molta acqua sono fattori che favoriscono la salute del nostro organismo... un buon carburante per questa macchina meravigliosa! Tali accortezze possono essere un toccasana per tutti i disturbi della digestione, ma se si vuole fornire un aiuto anche grazie ad uno stimolo esterno è bene sottoporsi a tecniche come la riflessologia plantare o il  massaggio viscerale; trattamenti non invasivi ma diretti che possono dare immediato e duraturo sollievo. Il massaggio viscerale prevede l’abbinamento a tecniche di respirazione che lavorano sul rilassamento del diaframma, fondamentali anche per regolare l’osmosi intestinale; manualità dolci ma efficaci rivolte al plesso solare che servono a diminuire i livelli di stress e favoriscono così un maggior rilassamento.

Con la riflessologia, invece, stimolando o sedando il CARDIAS-STOMACO-PILORO,  si può  regolare le funzioni permettendo un immediato sollievo; inoltre fegato e vescica biliare, una volta stimolati, andranno a migliorare le loro molteplici attività; colon e reni favoriranno una più regolare eliminazione; anche le ghiandole endocrine devono esser trattate per la loro importanza nel regolare l’attività gastrica. È evidente che tutto il nostro corpo collabora al buono stato di salute. Bisogna essere attenti ad ogni campanello d’allarme che arriva dall’interno per difenderci dalle molteplici sollecitazioni esterne. E quando proprio si è arrivati a raggiungere il limite massimo delle nostre possibilità... Concedersi un po’di coccole, anche senza un vero ciclo di terapie: un’ora di massaggio relax può essere un ottimo aiuto!

La consapevolezza di aver trovato un attimo di tempo da dedicare solo a noi ci permette di dedicarci a tutto il resto con minor sforzo e maggior entusiasmo.

Commenti (0)
Comment