Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Da parte dell'associazione "Amici del cuore"

Attualità
09 novembre 2016

Trieste, nuova donazione all'Azienda sanitaria

a cura della redazione
Forniti in comodato d’uso pc portatile e altre attrezzature dedicate alle attività di relazioni esterne e comunicazione aziendale
CONDIVIDI
16582
(ph. ASUITS)
Attualità
09 novembre 2016 della redazione

L’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste ringrazia l’Associazione Amici del Cuore che ha fornito in comodato d’uso un computer portatile e altre attrezzature dedicate alle attività di relazioni esterne e comunicazione aziendale. Alla cerimonia di consegna erano presenti il Direttore Sanitario dell’Asuits Emanuela Fragiacomo, il Direttore del Centro Cardiovascolare Andrea Di Lenarda, la dottoressa Donatella Radini e il presidente dell’Associazione Amici del Cuore Rodolfo Edera.

La Direzione Strategica dell’Asuits ha ringraziato l’Associazione Amici del Cuore per il lavoro svolto in questi anni e per quello che continua a svolgere in collaborazione con l’Azienda Sanitaria a supporto della cardiologia triestina.

La nascita dell’Associazione nel 1978 e il successivo sviluppo del sodalizio hanno rappresentato per Trieste e per i cittadini affetti da patologie cardiovascolari un sostegno sotto svariate forme: dall’acquisto di macchinari sempre più all’avanguardia per i reparti ospedalieri del territorio all’aggiornamento costante dei medici, alla promozione di uno stile di vita sano ed equilibrato.

Dal 1985 sono stati abilitati oltre 4.000 concittadini all'intervento in caso di arresto cardiaco, fornendo, nei corsi organizzati presso scuole, aziende private, enti pubblici, Polizia di Stato, Carabinieri, Capitaneria di porto, Guardia di Finanza ed Esercito, le nozioni per agire prontamente nel caso in cui un amico, un collega o persino un passante venga colpito da infarto.

Sono state distribuite borse di studio per i medici neolaureati che hanno prestato servizio presso la Cardiologia, la Cardiochirurgia, il Centro Cardiovascolare ed il Burlo Garofolo, senza dimenticare l’opera dell’Unità Mobile che, settimanalmente, nelle principali arterie della città è impegnata nella misurazione di pressione, colesterolo e glicemia.

Commenti (0)
Comment