Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Come comportarsi e cosa fare di fronte alla furia dell'acqua

Protezione Civile
06 settembre 2011

Alluvioni, conoscere per intervenire

di Protezione civile FVG
Dall’operatività delle squadre di Protezione civile ai consigli per la popolazione: come comportarsi di fronte a eventi alluvionali.
CONDIVIDI
15
Protezione Civile
06 settembre 2011 di Protezione civile FVG

La Protezione civile del Friuli Venezia Giulia monitora 24 ore su 24, grazie a stazioni idrometeorologiche presenti in tutto il territorio regionale, la quantità e l’intensità delle precipitazioni ed i livelli dei fiumi.

Quando le previsioni meteorologiche evidenziano la possibilità che si verifichi un evento intenso, viene emesso un comunicato meteo, inviato ai mezzi di informazione, nel quale vengono indicate le previsioni e le possibili criticità che potrebbero verificarsi, e contemporaneamente viene messo in preallerta il sistema regionale di protezione civile. Durante l’evento la situazione viene costantemente monitorata sia dalla Sala Operativa Regionale a Palmanova sia dalle squadre comunali di volontari che controllano il territorio locale. In caso di necessità la Protezione civile della Regione può intervenire con: le squadre comunali di volontari che sono dotate di specifiche attrezzature, come ad es. motopompe, pompe elettriche, aspiraliquidi, imbarcazioni, ecc., i tecnici regionali della protezione civile che possono fornire supporto alle autorità comunali, trasportare sul posto materiale ed attrezzature disponibili presso il Centro Operativo di Palmanova ed avvalersi di ditte private in caso di necessità particolari. Su alcuni corsi d’acqua regionali (Isonzo, Torre, Judrio, Versa, Tagliamento, Meduna ed su alcuni brevi tratti del But e del Noncello) la Protezione civile Regionale collabora con i competenti uffici della Direzione Centrale Ambiente e Lavori Pubblici allo svolgimento del “servizio di piena” con l’obiettivo di monitorare, grazie alle squadre di volontari, lo stato degli argini posti a protezione degli abitati, ed intervenire prontamente in caso di necessità, con  opere di pronto intervento e l’attivazione dei piani di evacuazione.

 

 

Commenti (0)
Comment