Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Completati i lavori a Opicina

Attualità
06 febbraio 2017

Scuole sicure, proseguono gli interventi a Trieste

di redazione (fonte Ufficio stampa Comune di Trieste)
Cerimonia per festeggiare il rientro degli allievi della struttura d'infanzia. Annunciati i lavori di sistemazione del tetto all'istituto "Vrabec" di Basovizza
CONDIVIDI
17848
Lo scoprimento della nuova targa (ph. Comune di Trieste)
Attualità
06 febbraio 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Comune di Trieste)

Breve cerimonia nelle scuole d'infanzia situate in piazzale Monte Re 2/1 a Opicina, al termine dei lavori di messa in sicurezza dei soffitti dell’edificio che ospita rispettivamente due sezioni di insegnamento in lingua italiana della “Don Marzari” e due in lingua slovena della “A. Cok”.  Nell’occasione è stata scoperta una targa, finora mancante, intitolata alla scuola “Don Marzari” e collocata accanto alla preesistente targa della scuola “A.Cok”.

I bambini delle sezioni italiana e slovena, accompagnati dai loro insegnanti, hanno successivamente intonato dei canti alla presenza degli assessori comunali all'Educazione Angela Brandi e ai Lavori Pubblici Elisa Lodi con la dirigente scolastica dell'Istituto Comprensivo Altipiano Rita Manzara, la dirigente scolastica per le scuole d'infanzia in lingua slovena Marina Castellani e lo staff di tecnici comunali della direzione lavori: Sergio Ashiku con Adriano Tius e Nerio Musizza, oltre ai titolari della ditta incaricata.

L'intervento di messa in sicurezza si è reso necessario per prevenire l'eventuale caduta di intonaci e l'eventualità di un collasso del controsoffitto, ed è stato eseguito dopo l’acquisizione del libretto sanitario della struttura scolastica, redatto dalla Ditta RINA SERVICES S.p.a., incaricata dall’Amministrazione delle indagini diagnostiche dei solai (di cui alla L. n. 107 del 13 luglio 2015, art. 1 co. 177), che ha finanziato le indagini dei solai e controsoffitti per un totale di trenta edifici scolastici. Nell'edificio della scuola si era riscontrata la presenza di un controsoffitto del tipo “Perret” che è stato sostituito e rifatto con un controsoffitto a rete anti-sfondellamento, certificato e rafforzato ulteriormente da un controsoffitto fonoassorbente a pannelli, per garantire la massima sicurezza. Le opere,  interamente finanziate dall’amministrazione comunale, sono state eseguite in circa un mese, per una spesa complessiva di 144.000 euro.       

Per procedere all'esecuzione dell'intervento, tutti i bambini sono stati ospitati in due scuole limitrofe: presso la struttura scolastica Cernigoj, località Prosecco, e presso la scuola “A. Fakin Zolla” a Monrupino. Conclusi i lavori, gli allievi sono poi rientrati nella struttura di Opicina lo scorso 16 gennaio.

Sempre nell'ambito dei controlli effettuati nelle scuole da parte dell'amministrazione comunale, nella scuola Vrabec di Basovizza è stata realizzata la parete divisoria tra atrio e mensa in sostituzione di quella a meccanismo mobile preesistente e di fatto non funzionante. Recentemente è anche stato sistemato il rubinetto esterno relativo a una presa di acqua a uso del giardino. Per quanto riguarda le problematiche inerenti gli spandimenti ormai cronici della copertura, gli assessori Lodi e Brandi hanno comunicato che è stato trovato il finanziamento necessario per il suo rifacimento completo. Tale intervento verrà eseguito nel periodo della pausa estiva, per non interferire con l'attività della scuola. Il costo previsto sarà di circa 35.000 euro.

Commenti (0)
Comment