Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Nella sua prima serata al rientro in Friuli

Sport
17 febbraio 2017

Aquileia, Zico riabbraccia Giada Rossi

a cura della redazione
Il fuoriclasse brasiliano ha incontrato l'atleta paralimpica conosciuta alle Palimpiadi di Rio lo scorso anno. Presenti anche i membri dell'Udinese Club di Orsaria a lui intitolato
CONDIVIDI
18014
Foto di gruppo dei partecipanti alla cena con Zico (secondo in piedi da sinistra) ad Aquileia
Sport
17 febbraio 2017 della redazione

Il primo appuntamento in Friuli di Zico giovedì sera è avvenuto ad Aquileia. È stato promosso da Daniele Damele, per conto di Friul Tomorrow e AIDO (associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule). Alla conviviale ha partecipato Giada Rossi, medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Rio 2016 nel tennis tavolo. Proprio Damele ha voluto questo reincontro tra Zico e Giada Rossi dopo la visita che il Galinho aveva reso a settembre nella capitale carioca a Casa Italia Paralimpica. Sempre Damele nei giorni scorsi aveva chiesto al presidente del Comitato Italiano paralimpico, Luca Pancalli, di inviare un saluto a Zico in occasione del suo ritorno in Italia, invito immediatamente accolto da Pancalli che ha scritto una lettera all'ex giocatore brasiliano ringraziandolo e definendolo un “esempio internazionale dentro e fuori il campo di calcio”.

La cena di Aquileia ha avuto diversi momenti apprezzati da Zico e dalle trenta persone presenti come quando è stata donata una maglietta con un disegno di due cuori di Giorgio Celiberti, presente alla serata, e i loghi auguranti il “ben tornato” al beniamino brasiliano, di Friul Tomorrow, Aido, Euretica, Solo Grazie (l’iniziativa benefica dell’Aipem di Paolo Molinaro, anch’egli presente alla cena) e dell’Udinese club Arthur Zico Orsaria, presente con l’intero direttivo guidato dal presidente Alessandro Scarbolo e da Michele De Sabata omaggiati assieme a Zico della spilletta paralimpica.

Durante la serata è stato ricordato che l’invito a Zico a tornare a Udine partì proprio da Casa Italia paralimpica a settembre con Damele mentre Massimo Medves, presidente di Vallimpiadi, ha poi portato a Arthur Coimbra e alla signora Sandra i dolci tipici delle Valli del Natisone e un’altra maglietta celebrativa. Giada Rossi e la sua famiglia hanno regalato a Zico e Damele una grappa tipica autografata dall’atleta paralimpica.

Prima del taglio finale della torta l’assessore regionale alle risorse agricole, Cristiano Shaurli, e il vicepresidente della Provincia di Udine, Franco Mattiussi, hanno consegnato al fuoriclasse carioca e a Giada Rossi libri sul Friuli e la bandiera della nostra terra.

Commenti (0)
Comment