Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Presentato il progetto

Attualità
08 marzo 2017

Trieste in smartphone contro gli sprechi alimentari

di redazione (fonte Ufficio stampa Comune di Trieste)
Inaugura venerdì la mostra fotografica di Furio Zuliani nell'ambito della raccolta fondi in favore di "Trieste Recupera", associazione che redistribuisce ai bisognosi il cibo avanzato
CONDIVIDI
18274
(ph. Comune di Trieste)
Attualità
08 marzo 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Comune di Trieste)

Una mostra per supportare l'attività di volontariato nella lotta agli sprechi alimentari aiutando chi ne ha più bisogno con una raccolta fondi per la onlus “Trieste Recupera” e attraverso la prospettiva del fotografo triestino Furio Zuliani.

L'esposizione sarà inaugurata venerdì 10 marzo, alle 17.30, nella Sala Artuto Fittke di piazza Piccola 3, dove saranno esposti gli scatti realizzati 'da smartphone', uno strumento sempre a portata di mano, a differenza della macchina fotografica. Resterà aperta fino al 19 marzo, con orario: 10-13/16-20.

L'iniziativa è stata presentata in Municipio dall'assessore comunale al Commercio con delega al Volontariato, Lorenzo Giorgi, assieme al direttore di Area Lorenzo Bandelli, al presidente di “Trieste Recupera” Paolo  Luisi con il fotografo Furio Zuliani.

“Sposare una mostra – ha spiegato Giorgi – con un'iniziativa di tipo sociale di volontariato attraverso scatti fotografici realizzati con uno smartphone, è lo sviluppo di una nuova tipologia di promozione, a cui daremo seguito. Intanto, nell'ultima seduta del Consiglio comunale è stata approvata la modifica alla IUC (imposta unica comunale) che prevede una scontistica per quelle aziende che recuperano i generi alimentari e non li gettano come purtroppo succede ancora troppe volte”.

 “La nostra attività di volontariato – ha sottolineato Luisi – è iniziata un anno e mezzo fa. Finora abbiamo recuperato 120 mila chili di ortofrutta e migliaia di insaccati, caffè e altri prodotti dai supermercati e dalle piccole realtà rionali, ridistribuendoli poi a più di 500 famiglie bisognose in tutti i rioni. Una solidarietà sociale 'circolare' che coinvolge le stesse persone in difficoltà che diventano a loro volta volontari e che contribuisce anche alla ecosostenibilità del territorio”

“La mostra fotografica – ha concluso Zuliani – nasce dalla passione per la fotografia ma soprattutto per la città di Trieste e per le nuove tecnologie, mediante l'utilizzo di uno strumento come lo smartphone, attraverso cui è facile condividere gli scatti su tutti i principali social network, come ad esempio Instagram, e che consente di cogliere immagini spontanee dei soggetti senza nulla togliere alla qualità fotografica. Ciò che conta è l'idea che il fotografo vuole trasmettere”.

Informazioni:www.triesteincartolina.it

Commenti (0)
Comment