Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Singolare iniziativa di solidarietà

Attualità
05 aprile 2017

Oltre 41 mila bronzini per aiutare le famiglie goriziane

di redazione (fonte Ufficio stampa Patrizia Zampi)
Il consigliere comunale Franco Hassek aveva proposto una raccolta delle monetine da 1, 2 e 5 centesimi di euro da destinare ai cittadini bisognosi. Alla fine riempita una carriola intera
CONDIVIDI
18792
Franco Hassek con i bronzini raccolti
Attualità
05 aprile 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Patrizia Zampi)

120,5 chilogrammi di cosiddetti “bronzini”, le monetine da 1, 2 e 5 centesimi di euro. 17.000 pezzi da 1 centesimo, 17.000 pezzi da 2 centesimi e 7.500 pezzi da 5 centesimi. Totale raccolto, 885 euro da devolvere alle famiglie goriziane che stanno attraversando un periodo difficile. È quanto raccolto dal consigliere comunale Franco Hassek in circa 12 mesi.

L’idea è nata un anno fa, come provocazione. “Se ogni cittadino donasse 1 centesimo - affermava allora Hassek - riusciremmo a raccogliere 340 euro per aiutare i goriziani”. Detto, fatto. Non solo, i goriziani si sono distinti per umanità e la raccolta ha raggiunto quasi 900 euro. “La cosa singolare - sottolinea Hassek - è che non c’è stato bisogno di chiedere nulla, il passaparola è stato vincente. Diverse persone mi hanno addirittura portato a casa manciate di monetine”.

Tutti i bronzini recuperati sono stati depositati - con tanto di carriola e per la gioia del personale che dovrà contarli - presso la Cassa di Risparmio Fvg di via Duca d’Aosta. Saranno rendicontati e convertiti in un assegno circolare, somma che servirà a pagare le bollette in sospeso di qualche famiglia goriziana individuata grazie alla collaborazione del settore welfare del Comune di Gorizia.

“Volevo concludere la raccolta già a Natale - spiega il consigliere comunale - ma continuavo a essere contattato e fermato da numerose persone che chiedevano di contribuire. Ringrazio, quindi, tutti coloro che hanno partecipato”.

Commenti (0)
Comment