Imoney tab white
Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Ulteriori informazioni

Rassegna al Conservatorio Tartini

Cultura e Spettacolo
28 aprile 2017

Arrivano a Trieste le note dai Balcani

di redazione (fonte Ufficio stampa Volpe Sain)
Tre concerti affidati a musicisti provenienti dalla penisola balcanica, nel segno della partnership artistica con le accademie di Serbia, Montenegro, Albania e Bosnia
CONDIVIDI
19116
Danijel Cerović (ph. Ufficio stampa Volpe Sain)
Cultura e Spettacolo
28 aprile 2017 di redazione (fonte Ufficio stampa Volpe Sain)

Tre concerti affidati a musicisti internazionali di area balcanica: nasce nel segno della collaborazione con le Accademie di Serbia, Montenegro, Albania e Bosnia il programma della rassegna “Note dai Balcani",  di scena al Conservatorio Tartini, nell’Aula Magna, ogni martedì dal 2 al 16 maggio (ore 18). E sempre martedì 2 maggio è particolarmente attesa la II edizione della rassegna “Di Concerto”, un vero e proprio meeting con esibizioni che impegneranno gli allievi delle Scuole medie ad indirizzo musicale di Trieste, delle Scuole di Musica della Regione convenzionate con il Conservatorio Tartini e del Liceo Musicale Carducci di Trieste. Appuntamento in Sala Tartini alle 15.30, l’ingresso è libero e aperto alla città, fino a esaurimento dei posti disponibili.

La rassegna “Note dai Balcani” nasce come momento di scambio e produzione artistica nell’ambito del Programma Erasmus+ K 107. I docenti incoming ospiti delle Accademie balcaniche, musicisti di alta caratura internazionale, dedicano un concerto alla città e all’istituzione musicale che li ospita.

Martedì 2 maggio si parte con il recital "Kinderszenen" che vedrà protagonista Vladimir Domazetović, pianista montenegrino. Il titolo del concerto, realizzato in collaborazione con l’Accademia di Musica di Cetinje (Montenegro), è una dedica alla composizione di Robert Schumann, “Scene infantili”, che sarà proposta nel corso della serata insieme alla Sonata in do maggiore op. 53 di Ludwig van Beethoven, e ai Preludi op. 3 n. 2 e op. 23 n. 2 di Sergej Rachmaninov.

Si prosegue martedì 9 maggio con “Romantico”, il recital chitarristico affidato al montenegrino Danijel Cerović, impegnato su pagine di Gerard Drozd, Silvius Leopold Weiss e Astor Piazzolla. Artista di livello internazionale, è ospite di festival e si esibisce in sale prestigiose.

A suggellare l’edizione 2017 di “Note dai Balcani”, martedì 16 maggio, sarà il recital “Meditation”,   affidato al Duo violino – pianoforte composto dal serbo Miran Begić con il pianista Alessandro Paparo. Il concerto prende il nome dalla composizione di Pëtr Il'ič Čajkovskij, che si alternerà a melodie di Edvard Grieg (Sonata n. 3 op. 45 in do minore), César Franck (Sonata in la maggiore per violino e pianoforte), Fritz Kreisler (Praeludium und Allegro).

Commenti (0)
Comment